Previsioni Meteo: il bollettino dell’aeronautica militare per oggi e domani

MeteoWeb

aeronautica militare logoIl servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: il campo di alta pressione che gia’ interessa le regioni settentrionali e le centrali tirreniche va estendendosi anche al Sud Italia ed alle centrali adriatiche, ancora marginalmente interessate dalla circolazione depressionaria attualmente centrata sul Mar Egeo ed in rapido movimento verso Est.

Tempo previsto fino alle 24 di oggi:

Nord: su tutte le regioni cielo generalmente sereno salvo deboli velature di passaggio da ovest verso est.

Centro e Sardegna: nuvolosità ancora inizialmente estesa e consistente su Marche ed Abruzzo, con qualche locale precipitazione fino la tarda mattina ad esclusione delle Marche centro-settentrionali e nubi che si diraderanno gradualmente nel corso del pomeriggio;
-tempo stabile e ben soleggiato sulle restanti regioni.

Sud e Sicilia: prevalenti schiarite su Sicilia centro-meridionale, Calabria centro-settentrionale, coste della Campania e della Basilicata tirrenica;
-nuvolosità variabile a tratti intensa sul resto del sud, con isolate precipitazioni su Sicilia settentrionale e Calabria meridionale in attesa del miglioramento tra pomeriggio e sera mentre sulle restanti aree le schiarite si faranno sempre piu’ ampie già dal pomeriggio.

Temperature:
-minime in lieve calo al nord e su toscana e umbria, in aumento al sud e senza variazioni di rilievo sulle rimanenti regioni;
-massime in diminuzione al nord e sulla toscana, in aumento al sud e sull’Abruzzo e stazionarie sul resto del centro.

Venti:
-deboli variabili sulla sardegna e deboli, generalmente dai quadranti orientali, al nord salvo locali rinforzi sulle coste adriatiche;
-moderati dai quadranti settentrionali sul resto d’Italia con i rinforzi maggiori su Puglia ed aree joniche peninsulari.

Mari:
-mossi il mar ligure, l’alto tirreno ed il mare di Sardegna;
-molto mossi tutti i restanti mari, anche temporanemente agitato, a largo, lo Jonio settentrionale fino la tarda mattinata: tendenza ad attenuazione del moto ondoso su medio-alto Adriatico, Tirreno centro-meridionale e canale di Sardegna.

CNMCA

Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica il tempo previsto sull’Italia per domani domenica 26 ottobre 2014 in Italia:

Nord: durante le prime ore del giorno nubi generalmente estese e temporaneamente compatte in arrivo un po’ su tutto l’arco alpino etra Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia. Tale nuvolosità sara’ in grado di essere associata a piogge sparse e locali rovesci che tenderanno a perdere di consistenza in tarda mattinata per poi definitivamente attenuarsi a ridosso del pomeriggio lasciando spazio a decisi spazi di sereno. Sempre a partire dalle ore pomeridiane il resto del settentrione sara’ interessato da rasserenamenti sempre piu’ ampi fino a cielo sereno in serata e nella notte. Non mancheranno pero’ banchi di nebbia dopo il tramonto e nottetempo sulla pianura padana con riferimento particolare al settore orientale.

Centro e Sardegna: nubi che tendono ad aumentare nuovamente sulle regioni peninsulari nel corso della mattinata apportando deboli precipitazioni che risulteranno piu’ probabili sia sulle coste adriatiche che su quelle tirreniche. Dalla sera-notte tendenza a schiarite ad iniziare dai settori piu’ a nord di Toscana Marche ed Abruzzo mentre qualche pioggia si attarderà in nottata sulle zone costiere e nell’immediato entroterra del Lazio.
– nuvolosità irregolare tendente a divenire diffusa sulla Sardegna con piogge o rovesci sparsi che interesseranno l’isola tra il pomeriggio e le ore notturne.

Sud e Sicilia: giornata all’insegna di ampie schiarite alternate a residua nuvolosita’ sulle regioni peninsulari. Qualche nube piu’ compatta attesa ancora tra basso adriatico e zone ioniche con deboli piovaschi intermittenti;
– prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso sulla Sicilia.

Temperature: minime in lieve flessione sulle regioni settentrionali adriatiche, in lieve aumento sull’arco alpino orientale ed in genere stazionarie altrove;
– massime in tenue diminuzione sulle regioni dell’alto tirreno, sulla sardegna e senza variazioni di rilievo sul resto del territorio.

Venti:
– da deboli a moderati settentrionali su pPuglia, Basilicata e Calabria ionica;
– deboli dai quadranti orientali al nord, da quelli settentrionali altrove, con locali rinforzi lungo le coste esposte specie tra Veneto, Emilia Romagna e Marche, in parziale attenuazione d tra le ore serali e notturne.

Mari:
– molto mosso lo jonio;
– mosso localmente molto mosso l’adriatico ed il tirreno orientale;
– mossi gli altri bacini, poco mossi il tirreno ed il ligure sottocosta, il mar di Sardegna.