Ora solare: se il Regno Unito adottasse il fuso continentale, i bambini sarebbero meno grassi

MeteoWeb

fusoorarieuropaSe il Regno Unito decidesse di allinearsi all’orario dell’Europa continentale, invece di restare un’ora indietro, darebbe un contributo per conrastare l’obesita’ nei suoi bambini e ragazzi. A pochi giorni dal ritorno dell’ora solare, che vale anche nel Regno Unito, un gruppo di studiosi della London School of Hygiene and Tropical Medicine ha pubblicato una ricerca condotta su 23mila bambini e adolescenti fra i 5 e i 16 anni in Inghilterra, Australia, Stati Uniti, Norvegia, Danimarca, Estonia, Svizzera, Brasile e l’isola di Madeira, portoghese ma al largo delle coste africane. Secondo gli studiosi, con l’adozione dell’orario continentale (peraltro gia’ bocciata piu’ volte a livello legislativo a Westminster), i bambini britannici potrebbero godere di maggiori ore di luce serali in tutte le stagioni, compreso l’inverno, in questo modo prolungando la loro attivita’ fisica all’aperto e quindi riducendo la possibilita’ di diventare obesi o diabetici. Lo studio e’ partito da una constatazione: l’attivita’ fisica dei bambini e’ il 20% piu’ frenetica in estate, quando fa buio anche alle 21, contrariamente al periodo invernale, quando in media il sole cala prima delle 17. Lo studio e’ apparso sull’International Journal of Behavioural Nutrition and Physical Activity. L’ultima volta in ordine di tempo in cui il parlamento di Westminster discusse l’adeguamento all’orario continentale fu nel 2012, ma non si arrivo’ a una legge.