Spazio: anche l’Italia investe per la “caccia” agli asteroidi con la NASA

MeteoWeb

Asteroide TerraAnche l’Italia a caccia di asteroidi con la Nasa: e’ stato questo uno degli argomenti al centro del primo incontro bilaterale che si e’ svolto a Roma fra l’amministratore generale della Nasa, Charles Bolden, e il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Roberto Battiston. ”La Nasa – ha detto Battiston – ci ha riferito l’impegno di portare avanti lo studio e lo sviluppo della missione Arm, vista come preparazione all’esplorazione umana di Marte, che prevede di ‘catturare’ un asteroide, portarlo in orbita lunare e studiarlo con gli astronauti”. La Nasa, ha aggiunto Battiston, ”ha mostrato interesse per le competenze italiane e stiamo studiando quale potrebbe essere il nostro contributo”.

asteroide 2012 DA14L’Asi, ha detto ancora il presidente, e’ interessata anche a nuove aree di cooperazione per la protezione e la mitigazione dei detriti spaziali, e nuove idee per esperimenti di microgravita’ a bordo della Stazione Spaziale. Asi e Nasa, ha spiegato Battiston, ”hanno una collaborazione pluriennale che riguarda la Stazione Spaziale, da cui l’Italia ha un grande ritorno”. Basti pensare che ”l’accordo con la Nasa legato alla Iss – ha osservato il presidente dell’Asi – prevede di accumulare ogni quattro anni una missione di lunga durata per i nostri astronauti”. La missione di Samantha Cristoforetti, per esempio, sara’ la seconda missione di lunga durata dell’Asi, acquisita dall’Italia nell’ambito delle opportunita’ di volo previste dall’accordo bilaterale Asi/Nasa Memorandum of Understanding per la fornitura dei Mini Moduli Logistici Pressurizzati, firmato nel 1997. Nell’incontro svoltosi a Roma, Asi e Nasa hanno confermato la forte cooperazione nell’ambito di questo Memorandum. Bolden, inoltre, si e’ congratulato con l’Italia per il lancio imminente della prima astronauta italiana sulla Stazione. ”Apprezziamo la nostra partnership con l’Italia – ha detto Bolden – e i progressi che sta apportando nella scienza e nel volo spaziale umano. E’ essenziale avere partner cosi’ forti nella nostra avventura verso Marte”. Bolden e Battiston hanno firmato inoltre l’estensione di circa 2 anni della missione Nasa-Asi Swift, sui lampi gamma.