Allerta Meteo, “criticità rossa da Nord a Sud: “Situazione senza precedenti”

tornado acireale (9)Nuova ondata di maltempo in buona parte del Paese: i danni maggiori sono per l’alta Toscana e il levante ligure, ma pioggia e vento non hanno risparmiato nemmeno il sud. E domani l’allerta si sposta sulla capitale dove le scuole resteranno chiuse. “Una situazione che si dovrebbe presentare eccezionale” e “senza precedenti, dal punto di vista delle previsioni”, ha sottolineato il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, parlando dell’allerta meteo da “codice rosso”. “Vogliamo lanciare un appello – ha aggiunto – si esce di casa per lavoro o per necessita’ importanti. Ove non ci siano queste motivazioni, meglio rinviare ad altra data”. Su Roma e provincia “nella sola giornata di domani – ha spiegato il direttore del Centro funzionale regionale, Francesco Mele – sono previste precipitazioni per circa 120 mm, un decimo delle cumulate annue che in media sono di 900 mm”. Un quadro “piu’ gravoso rispetto agli ultimi fenomeni analoghi, come quello di gennaio, in cui diverse zone della citta’ furono colpite da un’alluvione”. Al momento, il bilancio piu’ pesante si registra nella provincia di Massa Carrara, “colpa” del fiume Carrione: l’aumento della portata ha prodotto il crollo di oltre 200 metri di muraglione, invadendo la zona industriale, con l’acqua che ha allagato l’intera area dove vivono non meno di 5mila persone. “La situazione a Carrara e’ delicata” ammette il vice tornado acireale (7)ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini: “il governo sta seguendo da vicino e con attenzione l’evolversi degli eventi” ma “ci sono numerosi sfollati”. Il governatore della Toscana, Enrico Rossi, nella cittadina toscana per fare il punto sulle criticita’, ricorda come in due anni siano stati realizzati “31 interventi per 16 milioni e commissariate 2 opere in ritardo. Ora la priorita’ e’ portare tutti al sicuro, poi verifichero’ le responsabilita'”. In Piemonte, dopo le precipitazioni (nevose in quota) della notte scorsa, la situazione e’ “in netto miglioramento” mentre la perturbazione che ha investito la Liguria da ponente a levante ha spinto l’assessore regionale alla Protezione civile, Raffaella Paita, a chiedere un’estensione dello stato di emergenza rispetto alla richiesta gia’ inviata al governo lo scorso 17 ottobre. Problemi a Ceriana (Imperia), dove una ventina di famiglie ha dovuto lasciare le proprie case, e a Santa Margherita Ligure (Genova), dove le onde hanno spostato diversi scogli della mantellata esterna della diga e danneggiato la pavimentazione della banchina. Domani nel Tigullio le scuole resteranno chiuse, come gli impianti sportivi, i cimiteri e i parchi cittadini. Il livello del Po – secondo Coldiretti Lombardia – e’ salito di 2 metri in meno di 24 ore al ponte sulla Becca di Pavia; record di piogge per Varese e Como mentre stamattina a Venezia, con una punta di marea pari a 115 centimetri, e’ tornato il fenomeno dell”acqua alta’. Un altro picco e’ previsto per stasera, alle 22. Collegamenti marittimi quasi completamente fermi nel golfo di Napoli, dove il mare agitato e il vento molto forte hanno creato difficolta’ ai traghetti e costretto gli aliscafi allo stop. Violenti nubifragi hanno flagellato la fascia del Crotonese e quella del Catanzarese: per domani il Centro funzionale multirischi dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpacal) ha emesso un avviso di criticita’ di “livello rosso” sul versante ionico. Forti disagi anche in Sicilia dove Acireale e’ stata investita da una tromba d’aria che ha scoperchiato i tetti di edifici pubblici e di tante abitazioni, sradicato alberi e divelto pali della luce. Domani le scuole resteranno chiuse, come a Messina e a Catania. Poco incoraggianti le previsioni della protezione civile: la perturbazione di origine atlantica annunciata nei giorni scorsi e gia’ attiva su diverse regioni continuera’ a determinare condizioni di “spiccato maltempo” sulla penisola attraversandola da nord a sud.