Allerta Meteo, il bollettino della protezione civile: forte maltempo al centro/nord, criticità rossa in Liguria e Toscana

MeteoWeb

allerta meteoLa nuova estesa perturbazione atlantica, per cui era stato emesso già ieri un avviso di condizioni meteorologiche avverse, determinerà ancora nelle prossime ore  un flusso di correnti umide e instabili verso le regioni centro-settentrionali, con fenomeni marcati anche su Lombardia, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento.

allerta01In particolare, l’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, domenica 9 novembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Lombardia in estensione a Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia, oltre che su Liguria, Piemonte, Emilia Romagna e Sardegna già ricomprese nell’avviso meteo di ieri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani criticità rossa per rischio idrogeologico sul Levante ligure e in Toscana, sul bacino del Magra, la Versilia e le isole dell’arcipelago toscano. La criticità valutata è arancione per rischio idrogeologico sui restanti settori liguri, sul basso Piemonte, su gran parte della Lombardia e su alcuni settori appenninici emiliani, e per rischio idraulico diffuso sui settori di pianura del Friuli Venezia Giulia e sulla pianura lombarda occidentale. La criticità sarà gialla per rischio idraulico e idrogeologico su tutto il territorio del Veneto, della Provincia Autonoma di Trento, su buona parte dell’Emilia e sul Piemonte nord-orientale.

01IL BOLLETTINO DI VIGILANZA METEOROLOGICA NAZIONALE PER DOMANI, LUNEDÌ 10 NOVEMBRE 2014:

Precipitazioni:
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria di Levante, Appennino emiliano ed Alta Toscana, con quantitativi cumulati elevati o localmente molto elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria Centro-Occidentale, Piemonte meridionale e settentrionale, settori alpini di Lombardia e Veneto, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente molto elevati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del Nord, restanti zone della Toscana, Sardegna, Sicilia orientale e Calabria meridionale e ionica, con quantitativi cumulati da deboli a moderati.
Nevicate: sopra i 2000-2200 metri sui settori alpini.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza grandi variazioni.
Venti: forti o di burrasca meridionali sulla Liguria; forti meridionali su Sardegna, Sicilia, settori costieri peninsulari del medio ed alto Tirreno.
Mari: molto mossi i bacini occidentali.

02IL BOLLETTINO DI VIGILANZA METEOROLOGICA NAZIONALE PER DOPODOMANI, MARTEDÌ 11 NOVEMBRE 2014:

Precipitazioni:
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Appennino emiliano e settori alpini e prealpini settentrionali di Piemonte e Lombardia, con quantitativi cumulati elevati o localmente molto elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su restanti zone di Piemonte e Lombardia, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, aree occidentali dell’Emilia-Romagna, Alta Toscana e Sardegna meridionale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto del Nord, restanti zone di Toscana e Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia meridionale e aree costiere di Lazio, Campania e Basilicata, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati.
Nevicate: sopra i 2000-2200 metri sui settori alpini.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza grandi variazioni.
Venti: meridionali da forti a burrasca su Sardegna, Sicilia; forti su tutti settori costieri peninsulari.
Mari: localmente agitati lo Stretto di Sicilia, il Tirreno meridionale e lo Ionio; molto mossi i restanti bacini.