Allerta Meteo Liguria: pioggia nel ponente, il punto della situazione

MeteoWeb

pioggiaÈ trascorsa senza gravi danni in Liguria la prima giornata di Allerta 1, proclamato ieri dalla Protezione Civile regionale dalle 12 di ieri alle 23.59 di mercoledì. A Genova ieri la pioggia è caduta nel pomeriggio e in serata. Questa mattina non piove. Il monitoraggio previsto continua nella città colpita da tre alluvioni nel giro di tre anni, il 9 ottobre scorso, con un morto, e il 4 novembre 2011, quando l’esondazione del Fereggiano provocò sei vittime. Niente pioggia neppure a Savona, dove però i vigili del fuoco segnalano nubi scure sui monti e un forte vento, che ha abbattuto una palma a Finale Ligure. Nelle ultime ore, comunica Arpal con il bollettino delle 8.45, le piogge hanno continuato a interessare in prevalenza il ponente della regione, con fenomeni di moderata intensità che hanno aggiunto ulteriori 15-30 mm di pioggia alla precipitazione già caduta nelle ore precedenti. I pluviometri situati nei bacini di Nervia, Argentina, Arroscia (tributario del fiume Centa) hanno già abbondantemente superato i 100 mm cumulati nel corso dell’evento. Su tali corsi d’acqua, così come la Bormida di Millesimo, i livelli stanno pertanto aumentando, anche in maniera repentina, pur essendo al momento ampiamente contenuti in alveo. Dalle immagini del radar non si vedono attualmente bande precipitative di particolare intensità, ma a partire dalla mattinata e per le 12-18 ore successive le piogge sono previste in graduale intensificazione e in lento spostamento da ponente verso il centro-levante. Nella notte e nelle prime ore del mattino, secondo il monitoraggio effettuato da Arpal, si sono avute piogge forti nella zona nell’entroterra imperiese a ridosso delle Alpi Marittime (Rocchetta Nervina 68 mm/h, Colle Belenda 35 mm/h,Sella di Gouta 81 mm/3h) e sul bacino del Centa. Questo ha implicato un ulteriore incremento dei livelli dei torrenti monitorati rimasti comunque al di sotto dei limiti di guardia. Al momento, dalle immagini radar le piogge sull’area costiera risultano indebolite e o di debole intensità sulla parte montana dell’estremo Ponente. Più intense invece risultano nell’entroterra savonese, ma i livelli misurati agli idrometri di Murialdo e Piana Crixia evidenziano al momento innalzamenti non significativi. Rimane sempre la possibilità di innalzamenti repentini nei piccoli rivi, legati agli scrosci di forte intensità. Nelle prime ore della notte si sono registrate piogge intermittenti su tutta la regione di debole intensità, localmente si sono avuti fenomeni temporaleschi moderati più intensi nello spezzino, nella zona dell’alta Val di Vara (Cembrano 30 mm/h) e sulla costa tra Deiva Marina e le 5 Terre (Framura circa 25 mm/h). Secondo le previsioni Arpal di ieri la giornata di oggi dovrebbe essere caratterizzata da tempo molto perturbato con precipitazioni diffuse su tutta la regione che daranno luogo a quantitativi anche elevati. Alta probabilità di rovesci o temporali forti e organizzati. Deciso rinforzo dei venti e del mare.