Blocco vaccini, AIFA: importante proseguire la vaccinazione antinfluenzale

MeteoWeb

MENGITE VACCINI - Copia“L’Agenzia Italiana del Farmaco, nel ribadire la natura esclusivamente cautelativa del ritiro dei due lotti del vaccino antinfluenzale Fluad della Novartis Vaccines and Diagnostic, condivide la posizione espressa oggi a mezzo stampa dalla Direzione Generale Salute della Regione Lombardia, che, dopo avere avuto notizia dall’Asl di Como del decesso di un paziente cui era stato somministrato un vaccino anti-influenzale Fluad (lotto non sospeso), in stretto contatto con l’Aifa, ha raccomandato comunque la prosecuzione della campagna vaccinale antinfluenzale”. E’ quanto si legge in una nota dell’Aifa. La vaccinazione antinfluenzale, prosegue l’Aifa, “rappresenta la più valida ed efficace misura di prevenzione dell’influenza e delle sue complicanze che, specie nei soggetti più deboli, possono essere anche gravi o a rischio di vita. I vaccini autorizzati per l’uso nell’uomo sono prodotti biologici sicuri poichè sono sottoposti ad una serie di controlli accurati che vengono effettuati sia durante la produzione e prima della loro immissione in commercio, sia dopo la loro commercializzazione”. “Le segnalazioni di sospette reazioni avverse – parte integrante del monitoraggio dei farmaci e dei vaccini – giungono all’Aifa dagli operatori sanitari mediante un’apposita scheda che ha lo scopo di rilevare e riportare all’autorità competente tutte le sospette reazioni avverse, indipendentemente dal nesso di causalità. Le schede vengono inserite nella “Rete Nazionale di Farmacovigilanza” e valutate dall’Aifa, che prontamente analizza l’eventuale segnale e adotta, qualora sia necessario, provvedimenti restrittivi a scopo cautelativo”, aggiunge la nota. “Nel caso in questione, l’Aifa ha ritenuto opportuno adottare il divieto di utilizzo dei due lotti del vaccino Fluad in attesa di poter verificare – alla luce dei risultati delle analisi di laboratorio, delle ulteriori relazioni cliniche e dei referti autoptici – l’eventuale correlazione tra la somministrazione delle dosi di vaccino e gli eventi avversi riferiti”, conclude la nota.