Blocco vaccini: decesso a Prato, il medico segnala “causa sconosciuta”

MeteoWeb

vaccinoE’ stato segnalato come “decesso per causa sconosciuta”, ieri sera alle 21.30, la morte del 90enne di Prato deceduto dopo aver ricevuto il vaccino antinfluenzale appartenente ad uno dei due lotti ‘sospetti’. La ricostruzione della vicenda e’ stata fatta durante una conferenza stampa dell’assessore Luigi Marroni nella sede della Regione Toscana a cui hanno preso parte anche il direttore generale dell’assessorato Valtere Giovannini, i dirigenti del settore prevenzione e sicurezza, Emanuela Balocchini, e del settore politiche del farmaco, innovazione e appropriatezza, Loredano Giorni, nonche’ il direttore sanitario dell’azienda sanitaria 4 di Prato Simona Carli. E’ stato il medico del 90enne morto ad allarmarsi, dopo aver sentito la notizia della sospensione delle vaccinazioni. L’anziano e’ stato vaccinato nel tardo pomeriggio di lunedi’ nella sua abitazione. Viste le sue condizioni di salute -“era affetto da patologie severe”, e’ stato spiegato – era sottoposto all’assistenza domiciliare del medico. La mattina successiva alle 9.30, quando i familiari sono andati a svegliarlo, lo hanno trovato agonizzante. Il medico del 118 ne ha poi constatato la morte. Il 90enne soffriva di diverse patologie ma prima della vaccinazione non aveva mostrato particolari sintomi di malessere. In un primo momento il medico non ha segnalato il decesso perche’ ancora non si era diffusa la notizia delle dosi sospette. Quando la ha appresa e’ andato a confrontare la dose che aveva somministrato all’anziano, scoprendo che faceva parte di uno dei due lotti ‘a rischio’. A quel punto e’ scattata la segnalazione.