Caldo eccezionale per Novembre in Sardegna, stracciato il record mensile della stazione di Capo Caccia

capocacciaAltro che autunno, in Sardegna è esplosa la primavera. L’afflusso di masse d’aria sub-tropicali continentali, più calde ma anche piuttosto umide, dall’entroterra desertico algerino, ha fatto schizzare i valori termici su valori da tarda primavera in diverse località della Sardegna occidentale. In particolare fra il sassarese e l’oristanese dove, complici anche i tiepidi venti di scirocco, che spiravano dalle aree interne dell’isola verso la fascia costiera, i termometri hanno varcato la soglia dei +25°C +26°C, ma con picchi estremi isolati fino ai +27°C, enfatizzati da locali effetti “favonici” che si sono sommati ai tradizionali moti discendenti che caratterizzano il promontorio anticiclonico dominante sul bacino centrale del Mediterraneo. Su tutti spiccano gli eccezionali +27.0°C registrati dalla stazione dell’Aeronautica Militare di Capo Caccia, che rappresentano niente meno che il nuovo record di temperatura massima mensile, per Novembre. Con i +27.0°C odierni la stazione di Capo Caccia ha letteralmente stracciato il precedente record di caldo mensile di +25.0°C, risalente al 19 Novembre 2009. Di ben +2.0°C.