Clima, nuovo studio sul global warming: “provocherà sempre più fulmini e saette”

MeteoWeb

malta fulmini saette (13)Nella lista sempre crescente di problemi causati dal riscaldamento climatico, se ne aggiunge uno forse inaspettato dai più: un aumento esponenziale dei fulmini. Secondo i ricercatori dell’Università di Berkley (California), scrive il New York Times, gli Stati Uniti vedranno un +50% nel numero di fulmini che colpiranno il Paese nel corso di questo secolo rispetto a quello precedente. L’idea che un aumento delle temperature potesse causare un aumento anche dei lampi e delle saette non è del tutto nuova, ma mancavano metodi di studio precisi su questo fenomeno. Il team di lavoro di Berkley, guidato dal fisico David Romps, ha trovato un sistema per cui il numero di fulmini su di una superficie può essere previsto da una semplice equazione. Secondo un altro ricercatore climatico intervistato dal Times, Kevin Trenberth, la ricerca è plausibile ma è stata testata sui dati provenienti da un solo anno, e dunque andrebbe ampliata nel tempo. A detta di Romps, l’aumento di questo fenomeno è solo un esempio di come “piccoli rialzi della temperatura possano portare a conseguenze piuttosto ampie”. Più fulmini vuol dire una mutazione delle componenti chimiche dell’atmosfera ma anche un aumento del rischio di incendi in aree remote dove i fulmini spesso colpiscono. E, scrive il Times, anche più gente uccisa direttamente dalle scariche elettriche, anche se i morti per colpo di fulmine sono oggi meno di cento all’anno.