Clima: tutto quello che c’è da sapere sul rapporto IPCC

MeteoWeb

earth hour terra salvare il pianetaIl Rapporto dell’IPCC è finalmente disponibile in ogni sua parte. Per orientarsi e comprendere il documento più aggiornato e completo mai realizzato sui cambiamenti climatici, esce in Italia una raccolta di video e materiali nati per parlare in maniera semplice e comprensibile di un argomento che è complesso, ma che rappresenta una sfida decisiva per ciascuno di noi.

Nato dall’idea che i cambiamenti climatici siano un argomento tanto importante da meritare di essere spiegato, raccontato e illustrato, clima2014.it mette insieme le voci di autori italiani del Rapporto IPCC che, con il supporto di illustrazioni, video e grafici, disegnano un viaggio dentro gli aspetti più interessanti e rilevanti dei cambiamenti climatici.

Dalle basi scientifiche all’analisi degli impatti e delle vulnerabilità, dalle strategie di adattamento alla prevenzione dei rischi, fino alla mitigazione e alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, gli esperti italiani parlano di come affrontare il tema dei cambiamenti climatici, delle implicazioni per l’ambiente e le imprese, degli scenari futuri, di come mettere al riparo i sistemi socio-economici dagli impatti attesi e di come tradurre i mutamenti del clima in un’imperdibile opportunità di sviluppo sostenibile.

Tra gli strumenti messi a disposizione anche un video-glossario di termini notevoli in cui ciascun autore sceglie una singola parola che ritiene cruciale per comprendere la sfida dei cambiamenti climatici e ne spiega il motivo con il supporto di disegni e illustrazioni.

Perché clima2014? Perché il 2014 è un anno fondamentale per la scienza e le politiche sul clima, un anno che passerà alla storia come la data di pubblicazione del rapporto dell’IPCC che più di ogni altro documento sul tema testimonia gli avanzamenti compiuti dalla scienza, il livello di consapevolezza della comunità scientifica su questi argomenti e l’analisi delle implicazioni per la società, l’ambiente e l’economia, a livello globale e regionale. Il 2014, inoltre, è l’anno di passaggio verso la COP di Parigi che il prossimo anno sancirà un momento cruciale per i negoziati sul clima e per definire il futuro dopo il Protocollo di Kyoto.

#clima2014 raccoglie i contributi di Francesco Bosello, Valentina Bosetti, Carlo Carraro, Sergio Castellari, Alessandro Lanza, Emanuele Massetti, Antonio Navarra, Donatella Spano, Massimo Tavoni, Riccardo Valentini.

Il sito è stato realizzato da Mauro Buonocore e Jacopo Crimi, con lo scribing di Neva, mentre l’informatica (progettazione e sviluppo) è di Carlo Palma.

#clima2014 nasce grazie al contributo di tre centri di ricerca sulla scienza, le politiche e l’economia dei cambiamenti climatici:
CMCC – Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici
FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei
ICCG – International Center for Climate Governance