Un “CUT-OFF” attorno le Canarie causa forti temporali sul Marocco meridionale, segnalate delle vittime a seguito delle esondazioni

MeteoWeb

agadir03Il “CUT-OFF” che da giorni è rimasto semi-stazionario fra le Canarie e le coste meridionali del Marocco ha causato, purtroppo, una severa fase di maltempo, con piogge, rovesci e forti temporali che hanno colpito soprattutto le aree montuose dell’Atlante meridionale. Queste intense precipitazioni, a prevalente sfogo temporalesco, cadendo su aree ristrette, lungo l’Atlante meridionale, avrebbero causato la rapida ondata di piena dei “uadi”, i quali esondando hanno determinato locali “flash floods”. Questi intensi temporali, che si sono sviluppati lungo il settore pre-frontale di questa circolazione depressionaria, ormai totalmente chiusa e isolata dal flusso perturbato principale, hanno avuto esiti devastanti in alcune località del Marocco meridionale, come Agadir, investite dalle rapide piene dei “uadi”, ossia i letti di quei torrenti prosciugati sul territorio desertico, causando gravi inondazioni ed estesi allagamenti in aree sovente abituate a vedere qualche goccia di pioggia una volta l’anno. Purtroppo, come riportano le autorità marocchine, le piogge e i temporali di questi giorni avrebbero provocato molti danni, e cagionato la morte di almeno 8 persone, a seguito delle inondazioni. La situazione dovrebbe lentamente migliorare già a partire da oggi, anche se residue piogge continueranno a sfilare lungo le coste settentrionali del Marocco e nell’area dello Stretto di Gibilterra.