Ebola, Lorenzin: medico contagiato, “situazione sotto controllo”

LIBERIA-HEATH-EBOLA-GERMANY“Si è fatto l’autodiagnosi. Ha immediatamente capito che doveva verificare la causa del malessere. Quindi si è messo in isolamento. Poche ore dopo, la richiesta per farlo tornare in Italia”. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in una intervista al Messaggero, ricostruisce la vicenda del medico di Emergency contagiato dal virus Ebola ricoverato da questa mattina a Roma. “Ha detto di aver avuto nausea e di sentirsi la febbre. La sua professionalità ha fatto sì che anche i primissimi segni della febbre emorragica fossero colti. Siamo nella prima fase della malattia, è stata subito affrontata”. Il ministro sostiene quindi che il caso non la preoccupa: “La situazione è sotto controllo. Il paziente non avrà contatti né con i medici, né con gli infermieri. Tanto meno con la popolazione. Non c’è pericolo. L’ospedale Spallanzani è un centro di eccellenza a livello europeo”. Riguardo al virus precisa che “i grandi numeri sono certamente confortanti ma poi ci sono le piccole realtà. La situazione desta ancora preoccupazione anche se il clima è meno caldo e l’epidemia è più controllabile” e “certo è che, rispetto a qualche mese fa, il controllo è maggiore sul territorio. Sia in ospedale che fuori. Le associazioni portano da mangiare anche a chi è in isolamento oltre che curare chi è già entrato in contatto con il virus”.