Grande consenso al Festival della Scienza di Genova per Fabiola Gianotti: è la prima donna a guidare il Cern

fabiola gianotti 3Fabiola Gianotti, appena nominata direttore generale del Cern di Ginevra, ha contribuito a scoprire l’esistenza del bosone di Higgs e coordinato l’esperimento Cms che, insieme ad Atlas, ne ha verificato sperimentalmente l’esistenza, grazie all’acceleratore di particelle Lhc. Lo aveva appena raccontato al Festival della Scienza, lo scorso 31 ottobre, nell’affollatissimo salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, durante la conferenzaorganizzata dal Ministero degli Affari Esteri “La macchina del Tempo CERN – 60 anni di scoperte”. A meno di una settimana dalla sua ultima apparizione pubblica, la celebre scienziata è la prima donna a guidare il Cern. Grande gioia e soddisfazione nel mondo scientifico e fra quanti si impegnano per farlo conoscere ai giovani, come appunto la manifestazione genovese che si è appena conclusa, con oltre 180 mila visitatori.

Entusiasti della notizia Manuela Arata e Vittorio Bo, rispettivamente Presidente e Direttore del Festival della Scienza: “Sono felice che una persona così autorevole e solida, una donna, sia stata chiamata a dirigere il più grande laboratorio del mondo” – ha subito commentato Manuela Arata. “Fabiola lavorerà benissimo e per quanto serve siamo a disposizione per supportare la scienza a tutti i livelli”. Immediati anche gli auguri di Vittorio Bo, che ricorda il legame speciale di Gianotti con il Festival: “Nel 2007 presentammo alla stampa l’edizione di quell’anno del Festival proprio al CERN e Fabiola è stata guida trascinante e unica, accompagnandoci nelle profondità della Terra ospite del grande Collider che stavano per chiudere. Il suo entusiasmo, la sua competenza, la sua visione ci hanno fatto conoscere una scienziata eccezionale che dà lustro al nostro Paese e alla ricerca mondiale”.

Non a caso l‘intervento di Fabiola Gianotti a Genova è stato accolto da un fragoroso applauso: con le sue straordinarie competenze scientifiche e una rara abilità divulgativa, la scienziata ha incantato il pubblico ripercorrendo sessant’anni di CERN fra scoperte, ricerche e quel virtuoso alternarsi di fallimenti e successi che muove la scienza.
Congratulazioni e tanti auguri di buon lavoro da tutto il Festival della Scienza. 

www.festivalscienza.it