Fuoriuscita di cherosene a Fiumicino: i volontari WWF soccorrono gli animali

cherosene fiumicinoDalle prime ore del mattino sono gia’ in azione i volontari del Wwf e della Lipu per verificare anche oggi gli effetti sulla fauna causati dallo sversamento di cherosene dall’oleodotto, nella zona tra Maccarese, Fregene e lungo il fiume Arrone, provocato da alcuni tentativi di furto. “Abbiamo ripreso a monitorare il canale Tre Cannelle, dove ieri abbiamo trovato la situazione piu’ difficile con uccelli acquatici morti, come anatre, garzette, cormorani, ma anche mammiferi come le nutrie – riferisce Riccardo Di Giuseppe, responsabile Wwf di Macchiagrande – Oggi la moria dei pesci e’ ancora piu’ evidente. Ci siamo organizzati con retine e scatolini per soccorrere eventuali animali ed oggi perlustreremo altri canali agricoli e di bonifica”. Un impatto devastante quello del carburante per aerei, per l’ecosistema del territorio della Riserva del Litorale Romano, e che ha riempito, da Palidoro a Fregene, la rete interna dei canali che irrigano i campi agricoli, che ospitano pesci, uccelli, e che confluiscono nell’Arrone e fino alla foce, al Villaggio dei pescatori di Fregene. Per tutta la notte, e prosegue oggi, e’ andata avanti l’azione di bonifica e di assorbimento del carburante, attraverso panne galleggianti oleoassorbenti posizionate in diversi punti nei canali e alla foce dell’Arrone; inoltre, autobotti aspirano il cherosene dai canali. Sul posto tecnici dell’Eni, la polizia locale mentre la protezione civile tiene monitorata la zona.