Maltempo estremo, Papa Francesco: “nessuno può più disinteressarsi di proteggere l’ambiente”

/
MeteoWeb

Papa Francesco Bergoglio (1)La difesa dell’ambiente e’ un obbligo per tutti, un imperativo al quale nessuno puo’ più sottrarsi. Papa Francesco richiama i singoli e le istituzioni ad una piu’ attenta ed efficace tutela della natura, questione per lui ineludibile, alla quale dedichera’ anche la sua prossima enciclica. “Il nostro tempo non puo’ disattendere la questione ecologica, che e’ vitale per la sopravvivenza dell’uomo, ne’ ridurla a questione meramente politica: essa infatti ha una dimensione morale che tocca tutti, cosi’ che nessuno puo’ disinteressarsene“, ha detto oggi il Pontefice nell’affollata udienza – circa settemila persone nell’Aula Paolo VI – al Masci, il movimento degli scout adulti cattolici italiani. “In quanto discepoli di Cristo – ha sottolineato Bergoglio -, abbiamo un motivo in piu’ per unirci con tutti gli uomini di buona volonta’ per la tutela e la difesa della natura e dell’ambiente“.

Papa Francesco Bergoglio (3)Il creato, infatti, “e’ un dono affidatoci dalle mani del Creatore“. “Tutta la natura che ci circonda – ha osservato – e’ creazione come noi, creazione insieme con noi, e nel destino comune tende a trovare in Dio stesso il compimento e la finalita’ ultima – la Bibbia dice ‘cieli nuovi e terra nuova‘”. L’attenzione per la custodia del creato, secondo il Papa argentino, trova quindi fondamenti profondi proprio nell’essere credenti. “Questa dottrina della nostra fede – ha rimarcato – e’ per noi uno stimolo ancora piu’ forte per un rapporto responsabile e rispettoso con la creazione: nella natura inanimata, nelle piante e negli animali riconosciamo l’impronta del Creatore, e nei nostri simili la sua stessa immagine“. In tempi in cui le ferite inferte alla natura fanno sentire tutte le loro conseguenze, non solo in termini di inquinamento, di mutamenti climatici, ma anche di dissesti idrogeologici che moltiplicano gli effetti del maltempo, a causa della mancata cura del territorio, le parole del Papa rappresentano un monito per tutti. Ma il Pontefice ha voluto richiamare anche a un corretto uso delle risorse, senza dispersioni e inutili sprechi. “Vivere a piu’ stretto contatto con la natura, come fate voi – ha detto infatti agli scout cattolici -, implica non solo il rispetto di essa, ma anche l’impegno a contribuire concretamente per eliminare gli sprechi di una societa’ che tende sempre piu’ a scartare beni ancora utilizzabili e che si possono donare a quanti sono nel bisogno“.