Maltempo estremo senza tregua: 2 vittime, paura a Milano

MeteoWeb

milanoSono altre due le vittime del maltempo che continua a flagellare l’Italia, soprattutto quella settentrionale. A Crevacuore, in provincia di Biella, una frana ha travolto un’abitazione provocando la morte di Brunello Canuto, 70 anni: il suo vicino di casa e’ rimasto ferito in modo grave. Nel tardo pomeriggio, nel Varesotto, nelle acque del lago Maggiore e’ stato recuperato il cadavere di un altro 70enne, di Bodio Lomnago, caduto dalla sua barca ribaltata dalle onde. Per entrambe le regioni e’ stata una giornata durissima. In Piemonte le precipitazioni hanno causato numerosi smottamenti e ad Alzo di Pella, sulla sponda occidentale del Lago d’Orta, nell’alto Novarese, in 50 sono stati costretti a lasciare le proprie case: secondo la Coldiretti, sono decine le imprese agricole isolate in Valsesia e ancora nel Biellese, dove domani le scuole resteranno chiuse. “La situazione e’ allarmante”, ha milano seveso (10)confermato in un’audizione al Senato l’assessore regionale all’Ambiente, Alberto Valmaggia: si contano danni per “un importo complessivo che supera i 100 milioni di euro”. Anche in Lombardia il Lago Maggiore e’ esondato in diversi punti; problemi con l’Adda, nel Cremonese, e l’Oglio, a Castelvisconti. Massima allerta nella Bergamasca per la situazione del torrente Cherio. A Milano il Seveso e’ esondato una prima volta nella zona di Niguarda: nel pomeriggio la zona di viale Zara era allagata, con traffico in tilt e forti disagi. Forte la paura. Desta preoccupazione anche il Lambro per il livello delle acque del lago di Pusiano che gli fa da bacino: la sede della comunita’ Exodus di Don Antonio Mazzi – che si trova all’interno del parco Lambro, alle porte della citta’ – e’ stata evacuata per precauzione. Circolazione a lungo rallentata sulla linea ferroviaria Milano-Varese. In Liguria resta drammatica la situazione di Leivi, dove ieri aveva perso la vita una coppia di coniugi (la procura indaga per frana colposa oltre che per omicidio colposo: l’ipotesi e’ che la loro morte si sarebbe potuta evitare attraverso un diverso monitoraggio dell’area): “Molte case sono senza luce, senz’acqua e senza collegamenti telefonici – racconta il sindaco, Vittorio Centanaro – Abbiamo rilevato nuove frane sul territorio, altre si stanno allargando”. Il rischio, concreto, e’ quello di nuovi cedimenti. Gravi disagi a Genova, con l’aeroporto milano seveso (9)in crisi per guasti al sistema radio e ad una centralina elettrica. In citta’ l’esondazione del rio Veilino, nel quartiere di Staglieno, ha provocato allagamenti di strade, scantinati e negozi. L’Ascom di Chiavari, intanto, ha chiesto al governatore della Regione lo stato di calamita’ per i commercianti alluvionati tra lunedi’ e martedi’. In Emilia Romagna la protezione civile regionale ha attivato una fase di attenzione di 32 ore, a partire da questo pomeriggio, per pioggia, criticita’ idrogeologica ed idraulica. Davanti al porto di Ortona (Chieti) una settantina tra autorita’, giornalisti e invitati sono rimasti bloccati a bordo della portaerei Cavour per il moto ondoso che non consente di riprendere il mare in sicurezza con le lance in dotazione per il trasporto a terra. Una tromba d’aria ha investito nelle prime ore della mattina il litorale del versante occidentale della provincia di Taranto, colpendo in particolare Castellaneta Marina e Ginosa Marina: a Brindisi un violento nubifragio ha fatto esondare il canale Patri. Per evitare le tragedie legate al maltempo e al dissesto idrogeologico serve un “grande patto” tra Stato e cittadini in cui “ciascuno faccia la sua parte”, ha ribadito il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti denunciando come negli ultimi anni non si sia investito per la tutela del territorio, “troppe regole e pochi soldi”. Polemiche, infine, per una intervista del capo del dipartimento della protezione civile a Repubblica: “Mai ho detto che le forze armate non hanno nulla a che fare con la protezione civile”, ha precisato poi Franco Gabrielli, scusandosi anche con il presidente della Liguria Burlando per i riferimento a ‘comportamenti isterici’, “vissuto come un’offesa. Il concetto – ha spiegato il prefetto – era riferito alla concitazione dei momenti propri delle fasi emergenziali, che spesso fanno perdere di vista l’esigenza di rispettare gli equilibri dell’intero sistema”.