Maltempo Friuli Venezia Giulia: fiumi a livello di guardia

MeteoWeb

fiume piena torrenteLa pioggia battente della notte scorsa, fino a 30 millimetri l’ora, ha provocato nella zona del basso Isontino diversi allagamenti della viabilità locale nei comuni di San Canzian, Staranzano, Farra d’Isonzo, Capriva del Friuli. Nel corso della notte si è comunque registrata una pausa delle precipitazioni che ha consentito il progressivo svuotamento degli invasi a monte del fiume Meduna e il deflusso delle piene lungo i corsi d’acqua. Lo fa sapere la protezione civile regionale, che continua a tenere sotto controllo i corsi d’acqua, in parte già oltre il livello di guardia. Rimangono chiuse la strada regionale 251 a causa dell’esondazione del torrente Varma in comune di Barcis, la strada regionale 251 a Corva di Azzano X e il Passo di Monte Croce Carnico lungo la statale 52 bis, a causa dello smottamento sul lato austriaco. Rimangono altresì chiusi i guadi di Rauscedo e di Murlis sul fiume Meduna. Sono operativi 30 volontari di Protezione civile di 10 Comuni su tutto il territorio regionale per il monitoraggio del territorio e per interventi di ripristino in seguito ad allagamenti in particolare nel Pordenonese. Per oggi sono previste piogge in genere moderate, salvo qualche locale temporale sulla costa, abbondanti e temporalesche in giornata. Dal pomeriggio piogge intense sui monti. Sulla costa dapprima vento da est, poi scirocco moderato. Domani piogge in genere abbondanti, intense a est e sui monti. Sulla costa al mattino soffierà vento da est moderato, poi bora moderata. Durante la notte, anche Trieste ha avuto disagi dal maltempo. Ci sono stati allagamenti sulle Rive e nelle strade vicine. Nel rione di Chiadino, vari tombini sono saltati e il tratto iniziale di via dell’Eremo è stato chiuso per cedimento dell’asfalto. I vigili del fuoco sono accorsi a controllare la strada del Lazzaretto, nel vicino comune di Muggia, dove tre settimane fa una frana ha travolto una casa e ucciso una donna.