Maltempo, Galletti: contro il dissesto il lavoro è lungo ma è una priorità

dissesto suolo“Il problema del dissesto non si risolve in poco tempo: tra qualche mese si vedranno i primi effetti, ma il lavoro e’ lungo. Comunque noi ci mettiamo la faccia, dal primo momento la lotta al dissesto e’ una nostra grande priorita’: stiamo semplificando le regole, abbiamo aperto 200 cantieri, contiamo di aprirne altri entro fine anno”. Cosi’ Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, intervenendo nella trasmissione Ambiente Italia su Rai3. “In passato – aggiunge Galletti – si e’ investito poco, si e’ permesso lo scempio del territorio. Sono state fatte troppe norme, che creano solo confusione, fanno tardare gli investimenti e non tutelano il territorio”. “Ci deve essere – ha proseguito Galletti – una chiamata alla corresponsabilita’ da parte di tutti, anche dei cittadini: non si costruisce negli alvei dei fiumi, non si deve consumare piu’ suolo ma bonificare e riutilizzare quello che abbiamo gia’, lo Stato non deve piu’ permettere condoni. Questo crea una cultura ambientale. Poi dobbiamo investire molto in prevenzione: martedi’ a Roma – conclude Galletti – faremo gli Stati Generali del dissesto idrogeologico con tutti gli enti e le categorie interessate, li’ presenteremo dati e ascolteremo le proposte di chi e’ chiamato a operare sul territorio”.