Maltempo Genova, crollo cimitero: difficile identificare i resti [FOTO]

/
MeteoWeb

cimitero biacca bolzaneto7Grazie all’anagrafe e ai registri cimiterali del municipio della Valpolcevera, il Comune di Genova sta cercando di contattare i parenti di una settantina di defunti, i cui resti erano sepolti in ossari e colombari, finiti l’altro ieri nel torrente sotto il cimitero della Biacca a Bolzaneto, in seguito al crollo di un muro cimiteriale. Appare molto difficile identificare i resti. In relazione al crollo del muraglione, in procura hanno riferito che quando arrivera’ la relazione dei carabinieri si vedra’ di capire quale e’ stata la causa del cedimento. Il direttore dei servizi cimiteriali di Genova, Cinzia Vigneri, dice che l’area interessata dal crollo del muro era stata chiusa al pubblico da tempo, proprio perche’ pericolante: “Gia’ un anno fa viste le cattive condizioni della struttura, avevamo proposto uno spostamento delle tombe, quindi era in programma da tempo un intervento in quell’area. Purtroppo ora e’ arrivata l’alluvione. A questo punto dovremo rimuovere anche le tombe sul pezzo di muraglione restante”. “Avrei voluto fare molto di piu’ per la manutenzione dei cimiteri – dice l’assessore comunale con delega ai servizi cimiteriali, Elena Fiorini – Dovevano essere fatte negli anni manutenzioni piu’ estese. Detto questo, l’evento dell’alluvione e’ un evento traumatico sotto gli occhi di tutti, accerteremo le cause del crollo”.