Maltempo: livelli di fiumi e laghi in calo in tutta la Lombardia, il punto della situazione

MeteoWeb

como _ 123I livelli dei corsi d’acqua continuano a diminuire in tutto il territorio regionale della Lombardia e si avvicinano ai livelli ordinari. Il colmo di piena del Po e’ attualmente fuori dal territorio regionale. I livelli del Po, pur in diminuzione, rimarranno comunque elevati per le prossime 24/36 ore. Anche per quanto riguarda i laghi, prosegue la decrescita dei livelli che rimangono comunque alti. Rimangono sotto osservazione soprattutto il Lago di Como, il Lago Maggiore, il Lago di Pusiano e il Lago di Varese. Un promontorio di alta pressione in progressivo consolidamento favorira’ tempo stabile e assenza di fenomeni di rilievo sulla regione fino all’inizio della prossima settimana. In montagna si registrera’ un graduale e sensibile aumento delle temperature (zero termico che superera’ i 3000 metri), con crescente inversione termica nei bassi strati.

Proseguono, a livello territoriale, le attivita’ di monitoraggio dei corsi d’acqua e dei laghi, con presidio delle zone piu’ critiche.

Emessi nella giornata odierna i seguenti Avvisi di Criticita’: AVVISO di CRITICITÀ REGIONALE per rischio idrogeologico e idraulico – n° 162 del 20/11/2014. Conferma della ELEVATA CRITICITÀ rischio idraulico su Area F fino a revoca. REVOCA della MODERATA CRITICITÀ rischio idrogeologico-idraulico su Area C dalle ore 00 del 21 novembre; AVVISO di CRITICITÀ REGIONALE per rischio idraulico localizzato sul fiume Po – n° 163 del 20/11/2014. Conferma ELEVATA CRITICITÀ rischio idraulico su PO6, PO7, PO8 fino a revoca.

SITUAZIONE SUL TERRITORIO Rispetto al report delle 17 di ieri, mercoledi’ 19, di seguito il dettaglio degli aggiornamenti pervenuti dal territorio: PROVINCIA DI BERGAMO: – per la gestione di tutto l’evento sono stati utilizzati in totale 200 volontari; – a oggi risultano ancora 41 persone evacuate e 197 persone residenti in frazioni isolate; – permangono alcune criticita’ sul territorio provinciale. PROVINCIA DI BRESCIA: – Tremosine sul Garda, frazione Campione: a seguito della frana verificatasi nella notte tra il 18 ed il 19 novembre, e’ stata emessa un’ordinanza di interdizione a due condomini di circa 20 appartamenti ciascuno. Sono interrotti i servizi acqua, luce e gas; l’energia elettrica e’ garantita da un gruppo elettrogeno, la fornitura d’acqua da un serbatoio. Sulla rete gas stanno intervenendo i tecnici della ditta fornitrice. La viabilita’ per Campione, che si dirama dalla 45 bis e’ interrotta. L’area di frana e’ interdetta per almeno 48 ore, al termine delle quali potranno iniziare i sopralluoghi per i lavori di messa in sicurezza e ripristino dei servizi danneggiati. PROVINCIA DI COMO: – la situazione sta rientrando nella normalita’; non risultano chiusure in atto sulla viabilita’ statale o provinciale. PROVINCIA DI CREMONA: – Centro Coordinamento Soccorsi ancora attivo; – per la gestione di tutto l’evento sono stati utilizzati in totale 300 volontari. – al momento sono ancora attivi circa una decina di volontari lungo gli argini golenali, ma l’attivita’ si concludera’ nella giornata di oggi, giovedi’ 20 novembre; – sono state evacuate in totale 292 persone, molte gia’ rientrate nelle abitazioni. Risultano ancora persone evacuate nei Comuni di Motta Baluffi, Casalmaggiore e San Daniele Po; – la viabilita’ non ha subito criticita’ a causa della pinea del fiume Po. L’unico ponte attualmente chiuso e’ quello sul fiume Oglio, che collega i Comuni di Calvatone ed Acquanegra sul Chiese; – Piadena: rimane attivo il monitoraggio sul fiume Oglio. PROVINCIA DI MANTOVA: – restano confermati i 320 evacuati; – e’ ancora attivo il Centro Coordinamento Soccorsi, cosi’ come i 22 Centri Operativi Comunali attivati; – per la gestione di tutto l’evento sono stati utilizzati in totale 580 volontari; – al momento sono ancora attivi circa 40 volontari; – rimane il monitoraggio dei fontanazzi, che comunque non presentano criticita’; – il ponte di collegamento tra Viadana e Boretto (Reggio Emila) e’ stato aperto in mattinata, ed e’ stata prevista per le ore 17 la riapertura del ponte di San Benedetto Po. PROVINCIA DI MILANO: – la situazione sta rientrando nella normalita’; non risultano criticita’ particolari sulla viabilita’ statale o provinciale. Provincia di MONZA E BRIANZA – per la gestione di tutto l’evento sono stati utilizzati in totale 400 volontari; – tutti gli evacuati (132 su tutto l’evento) risultano rientrati nelle rispettive abitazioni; – non risultano chiusure in atto sulla viabilita’ statale o provinciale. PROVINCIA DI VARESE: – permangono le situazioni segnalate nel report di ieri (Golasecca e Laveno Mombello, dove sono confermati i 18 evacuati). GRANDI FRANE MONITORATE: permane la situazione degli ultimi giorni.