Maltempo Lombardia: alla stazione di Melzo danni per 10 milioni

frana-binariDanni da 10 milioni di euro: a tanto ammontano secondo le stime di Rfi, Rete Ferroviaria italiana, i danni irreversibili all’apparato di comando e controllo della stazione di Melzo Scalo causati dall’allagamento dell’edificio dopo l’esondazione del torrente Molgora. Il blocco della stazione del Milanese nei giorni scorsi ha mandato in tilt la circolazione dei treni sulla linea Milano – Bergamo – Brescia/Venezia, con disagi che avranno ripercussioni anche oggi. Sulle linee ferroviarie S5 Varese – Milano – Treviglio e S6 Novara – Milano – Treviglio il ritorno alla regolarita’ e’ progressivo: alcuni treni della linea S5 fanno capolinea a Milano Porta Garibaldi e alcuni della S6 a Pioltello Limito. Tra Pioltello Limito e Treviglio e’ attivo un servizio con bus sostitutivi. Sono stati oltre 100 i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana che hanno lavorato 24 ore su 24 per ripristinare in questa fase gli impianti necessari a garantire la circolazione dei treni in sicurezza e alla velocita’ regolare. Il ripristino definitivo degli impianti e la sostituzione di oltre 10.000 metri di cavi e 1.000 schede elettroniche si concludera’ a dicembre e la stazione di Melzo potra’ tornare alla piena funzionalita’. In vista del peggioramento delle condizioni meteo sulla base della informazione ricevute dal Dipartimento di Protezione Civile e dalla Prefettura, resta un livello di criticita’ elevato con previsione di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale in tutta la regione con particolare riferimento alle zone del Nord-Ovest attraversate dalle linee ferroviarie Arona – Domodossola e Luino – Laveno (interessate nei giorni scorsi da movimenti franosi), e allerta per un possibile innalzamento del fiume Po lungo la linea ferroviaria Milano – Piacenza. E’ attivo un servizio sostitutivo con bus nella stazione di Voghera, in caso di emergenza.