Maltempo Piemonte: forti piogge, preoccupa il fiume Bormida

MeteoWeb

BormidaIl Piemonte e’ sotto piogge intense, ma tutte le situazioni di criticita’ al momento sono sotto controllo. All’alba nel Novarese era scattato l’allarme per il Ticino, che minacciava di esondare nella zona di Oleggio, ma, come conferma il Comando dei vigili del fuoco, e’ rientrato. Nell’Alessandrino desta preoccupazione il fiume Bormida. Ad Alessandria e’ in corso un vertice in Prefettura che potrebbe decidere la momentanea chiusura del ponte all’ingresso della citta’ in vista della piena del fiume attesa nel pomeriggio.Molte strada sono chiuse per allagamenti.Nel Verbano Cusio Ossola il lago Maggiore e’ costantemente monitorato e l’ufficio federale dell’ambiente svizzero ne prevede una crescita per la giornata domani, ipotizzando che possa toccare tra i 196,20 e i 196,40 metri sul livello del mare. Nel Vercellese l’allarme riguarda in particolare la Valsesia. Interventi dei vigili del fuoco sono in corso a Cellio e Valduggia, dove vengono presidiati due piccoli smottamenti e restano chiuse la strada provinciale 76 “della Cremosina”, che collega le province di Novara e Vercelli, e la strada provinciale 78 Varallo-Civiasco, detta “della Colma”. A Ceva, nel Cuneese, il sindaco Alfredo Vizio sin da ieri pomeriggio ha allertato i gruppi di Protezione Civile, l’ufficio tecnico, la polizia municipale e dalle 3 della notte ha seguito l’evolversi della situazione, con un servizio di turnazione che ha impegnato sul territorio i diversi gruppi della protezione civile. Nel Biellese sono state chiuse per precauzione le provinciali 102 (Vaglio-Colma) e la 213 (Vallanzengo-valle San Nicolao). Oltre un centinaio gia’ dai giorni scorsi gli sfollati anche in questo caso per precauzione. Nella provincia di Torino l’allerta maltempo riguarda in particolare il Canavese. Nel paese di Chiaverano, vicino a Ivrea, una frana continua a minacciare un gruppo di case. Un paio di giorni fa una trentina di famiglie e’ stata costretta evacuare dalle proprie abitazioni. Prosegue il monitoraggio anche di una frana in localita’ Giordana mentre preoccupa la situazione in Valle Orco, tra Sparone e Ribordone dove giovedi’ un masso di 500 quintali e’ precipitato sulla strada Provinciale isolando i due paesi. Ieri la strada e’ stata riaperta, ma a preoccupare la Provincia sono altri massi a ridosso della strada.