Maltempo: il Po rimarrà negli argini ma esonderà nelle golene

MeteoWeb

piena po“E’ previsto che questa piena importante, rimanga all’interno degli argini maestri, ma e’ altrettanto previsto che tutte le aree golenali, anche quelle chiuse, anche quelle abitate, possano essere interessate”. Lo ha detto il responsabile della Protezione civile dell’ Emilia-Romagna Maurizio Mainetti intervistato dalla emittente ‘E’tv-Rete 7′. Dopo le piogge che hanno interessato il Piemonte e la Lombardia, Aipo, l’Agenzia interregionale per il Po, ricorda infatti che la nuova piena superera’ il livello 3 di ‘criticita’ elevata’ nel tratto lombardo-emiliano e Veneto. Dopo il piacentino e la provincia di Cremona, infatti, la piena tocchera’ il parmense, reggiano, mantovano e infine il tratto ferrarese/rodigino. La piena, in base ai modelli previsionali, si configura superiore a quella appena transitata, che stamattina alle 7 ha oltrepassato Pontelagoscuro (nel ferrarese) con un colmo di 2,70 m sullo zero idrometrico (szi), e che ora sta defluendo nei rami del delta, sempre con livello 3 di criticita’. Aipo prevede che il nuovo colmo transiti a Ponte Becca (Pavia) questa sera su livelli di 5,40-5,50 metri, a Piacenza domani mattina con valori sugli 8 metri, a Cremona domani sera con valori nell’intorno di 5 metri. Mentre si sviluppa la nuova piena, nella parte occidentale dell’asta del Po, resta infine un livello di criticita’ elevata nel tratto tra Casalmaggiore e il mare Adriatico.