Maltempo Sicilia: scuole chiuse in mezza regione, sferzata l’area orientale

MeteoWeb

saetta montagnaScuole chiuse in mezza Sicilia oggi a causa dell’allarme rosso dichiarato dalla Protezione civile regionale per il maltempo. Niente lezioni da Palermo a Catania, da Messina a Ragusa, e sospese anche altre attivita’, come i corsi formativi dell’Ordine dei giornalisti e la didattica universitaria a Palermo. Nel capoluogo dell’Isola, comunque, non si e’ finora andati al di la’ di cielo coperto e deboli piogge notturne. Piu’ intensi i fenomeni atmosferici nel settore orientale della Sicilia. In provincia di Catania Misterbianco e Aci Catena sono i due centri piu’ colpiti. A Misterbianco, una tromba d’aria ha travolto un impianto sportivo privato e scoperchiato alcuni tetti in via Giovanni Verga. Forti raffiche di vento, poco prime le tre di stamani, hanno investito alcune zone di Aci Catena dove si segnalano anche dei danni. In particolare e’ volata via parte di una veranda in via Santa Maria del Sangue, mentre diverse auto sono state centrate dai rami che si sono staccati dagli alberi. Le aree interessate sono quelle di Santa Lucia e Loco. Nubifragi che dalla notte scorsa si ripetono nel Catanese hanno causato disagi piu’ notevoli ad Acireale, dove mercoledi’ si era abbattuta una tromba d’aria che aveva scoperchiato molte case: gli abitanti avevano realizzato coperture provvisorie con teloni, che pero’ non sono bastati a contenere la furia della pioggia. Poco prima di mezzanotte ad Acireale e’ caduta una ‘bomba d’acqua’ che ha fatto temere il peggio, ma che non ha causato grossi danni. In tutta l’intera area dell’Acese, ha retto all’abbondante pioggia il torrente ‘Lavinaio-Platani’ a rischio esondazione. Oggi e’ in programma una riunione per fare il punto sulla situazione maltempo in Prefettura a Catania.