Missione Rosetta: Philae ha piantato un termometro sulla superficie della cometa

MeteoWeb

Rosetta_s_Philae_lander_on_comet_nucleusIl lander Philae sta funzionando correttamente ed è riuscito con successo a piantare un termometro sulla superficie della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, dove è giunto mercoledì scorso. Lo ha reso noto l’ESA, aggiungendo che gli scienziati hanno ricevuto un flusso di dati costante dal lander. Philae è diventato il primo mezzo spaziale ad atterrare su una cometa: tuttavia le sue operazioni sono complicate dal fatto che è atterrato vicino ad un cratere, cosa che impedisce ai suoi pannelli solari di ricevere la luce del sole. Piantare un termometro sulla superficie della cometa è stata la prima cosiddetta “operazione meccanica” di Philae e l’ESA ha reso noto che per ora il lander sospenderà le altre: la batteria primaria di Philae ha energia solo per un altro giorno o poco più, e gli scienziati stanno pensando di farlo riallineare in modo che i pannelli solari possano ricaricarsi.