Super-cella in Australia, le testimonianze da Brisbane: “sembrava l’Apocalisse” [FOTO e VIDEO]

/
MeteoWeb

brisbane02Chicchi di grandine grandi come palle da tennis, aeroplani in balia del vento, raffiche a 140 chilometri l’ora: sulla costa orientale dell’Australia si è abbattuta una tempesta di rara violenza e la peggiore da 30 anni a questa parte per Brisbane, dove ci sono stati almeno una quarantina di feriti. Classificata ciclone di categoria due, la super-tempesta ha provocato allagamenti e danni diffusi ad automobili e case, bombardati dalla grandine e dai violenti venti, con tetti scoperchiati e lamiere scaraventate a centinaia di metri di distanza.
“Sembrava l’Apocalisse”, ha riassunto un residente di Brisbane alla radio nazionale. “La grandine veniva giù come piovessero proiettili”, ha raccontato un altro, “palle di ghiaccio che decimavano qualsiasi cosa finisse nel mirino, tutto insomma”.
La tempesta è cominciata come un normale temporale a Sud di Brisbane giovedì pomeriggio e procedendo verso Nord ha incontrato aria umida, brezze marine che hanno contribuito a trasformarlo in una tempesta a supercella, ha spiegato l’Ufficio metereologico australiano. Le supercelle sono temporali poco frequenti ma anche i più potenti e potenzialmente pericolosi.
Il Consiglio assicurativo dell’Australia ha dichiarato che si è trattato di un evento catastrofico e che in poche ore sonon arrivati 15.060 esposti per danni materiali. Fortunatamente, sottolineano le autorità, non ci sono state vittime a parte decine di feriti, per quanto riferito non gravi.