“Toyota Mirai”, ecco la prima auto a idrogeno: è la macchina del futuro, in vendita da dicembre [FOTO]

/
MeteoWeb

JAPAN-AUTO-TOYOTA-FCVSarà in vendita dal 15 dicembre in Giappone e dalla metà del prossimo anno negli Stati Uniti e in Europa il primo veicolo di Toyota a emissioni zero alimentato a idrogeno. Si tratta di una quattro porte dall’aspetto sportivo, la Toyota Mirai, e costerà 6,7 milioni di yen (57.600 dollari, 45.900 euro) prima delle imposte. Il gruppo giapponese ha spiegato che spera di venderne nel primo anno di commercializzazione 400 in Giappone e 300 nel resto del mondo. “Con il tempo – ha dichiarato al lancio di oggi Mitsuhisa Kato, vice presidente esecutivo di Toyota – il veicolo a celle a combustibile diventerà maninstream. Abbiamo voluto fare il primo passo perché vogliamo essere all’avanguardia“. I veicoli a celle a combustibile funzionano grazie al gas idrogeno compresso, che nel caso della Mirai è contenuto in due serbatoi montati sotto il veicolo. Questo tipo di vettura non emette gas di scarico, anche se i combustibili fossili sono utilizzati sia per la produzione di idrogeno sia per la sua pressurizzazione. Anche due altre case automobilistiche, Honda e Hyundai, stanno sperimentando veicoli a celle a combustibile.

Toyota Mirai  (3)Gli eventuali acquirenti della Mirai dovranno fare i conti, oltre che con il prezzo elevato, con la rete di rifornimento che è ancora insufficiente, nonostante alcuni Paesi ne stiano sovvenzionando la diffusione. In Giappone si contano circa 30 stazioni e negli Stati Uniti distributori di idrogeno stanno aprendo in California. In Europa stazioni saranno costruite nel Regno Unito e in Germania. Toyota stima che il nuovo modello impiegherà tra i 10 e i 20 anni per raggiungere una mole di vendite nell’ordine delle decine di migliaia. La casa giapponese ha ammesso che si tratta di un rischio, ma pure che Toyota indende affrontare quella dell’auto a idrogeno come una sfida. La Mirai può viaggiare per ben 650-700 chilometri con il pieno dei due serbatoi a idrogeno e accelera “piuttosto velocemente“, afferma Toyota. Il gruppo ha ricevuto finora 200 pre-ordini, soprattutto da aziende governative e da imprese private che puntano a essere sostenibili a livello ambientale. Il governo giapponese ha intenzione di sovvenzionare le vetture a celle a combustibile con 2 milioni di yen ad acquisto. Toyota fece una scommessa simile nel 1997 quando lanciò sul mercato la Prius, un modello ibrido benzina-elettrico, che adesso realizza grandi volumi di vendita.