Allerta Meteo Calabria e Sicilia: domenica tempestosa, poi una nevicata epocale tra San Silvestro e Capodanno? [MAPPE]

MeteoWeb

neve recordE’ tornato a splendere il sole in questo sabato 27 dicembre all’estremo Sud Italia e in modo particolare in Calabria e Sicilia dopo il maltempo di venerdì e il calo termico che ha portato temperature invernali anche nelle due Regioni più meridionali d’Italia. Nonostante il sole pieno, infatti, le temperature massime di questo sabato si sono mantenute tipicamente invernali anche in quelle che sono le località più calde del Paese: Palermo e Trapani +15°C, Catania e Siracusa +14°C, Messina e Reggio Calabria +13°C, Crotone e Catanzaro +11°C, Cosenza, Ragusa e Caltanissetta +10°C, Vibo Valentia +9°C, Enna +8°C. Nulla a che vedere, ovviamente, con il grande gelo del Nord dove sotto la neve Brescia e Verona non hanno superato gli 0°C per tutta la giornata; Milano, Parma, Bergamo, Piacenza e Bolzano si sono fermate a +1°C, Cuneo e Padova a +2°C, Torino e Treviso a +3°C, Venezia e Ferrara a +4°C, ma nei prossimi giorni il grande freddo raggiungerà anche l’estremo Sud. Ma andiamo con ordine.

imagesSarà una domenica di forte maltempo

Calabria e Sicilia saranno investite nella giornata di domani, domenica 28 dicembre, da una violenta ondata di maltempo con l’arrivo del ciclone polare che provocherà forti temporali in modo particolare nelle zone tirreniche e occidentali delle due Regioni, tra le province di Trapani, Palermo, Messina, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Catanzaro e Cosenza (l’Arpacal ha lanciato la criticità rossa nelle zone tirreniche della Regione). Oltre ai forti temporali e alle piogge torrenziali, ci saranno anche venti impetuosi di libeccio con raffiche fino a 120km/h, che provocheranno violente mareggiate lungo le coste esposte.Le temperature si alzeranno momentaneamente e la quota neve nel corso della giornata di domenica si manterrà elevata, oltre i 1.400/1.500 metri di quota, per poi però crollare rapidamente in serata quando arriverà l’aria fredda e la neve scenderà fino ai 700800 metri di altitudine durante gli ultimi fenomeni di maltempo più intenso.

18Da lunedì arriva il grande gelo; nevicata epocale tra San Silvestro e Capodanno?

Il vero freddo intenso arriverà all’estremo sud da lunedì 29 gennaio, e persisterà per almeno 5 giorni, fino a venerdì 2 gennaio 2015. Il freddo sarà accompagnato da maltempo continuo, con piogge e temporali soprattutto nelle zone tirreniche dove lunedì nevicherà dai 500 metri in su’, martedì dai 400 metri in su’, in modo abbondante. L’evoluzione potrebbe diventare storica tra mercoledì 31 dicembre e giovedì 1 gennaio, tra il giorno di San Silvestro 2014 e il Capodanno 2015: l’arrivo di nuclei d’aria ancora più freddi sull’Italia, infatti, attiverà una ciclogenesi tra il Tirreno e il Canale di Sicilia. Se questo vortice ciclonico si formerà più a sud, spostandosi rapidamente verso il mar Jonio come delineato da tutti gli ultimi aggiornamenti dei principali centri di calcolo (e soprattutto dal modello britannico ECMWF, che da giorni ribadisce questo disegno sinottico senza mai tornare sui propri passi, almeno fino ad ora), proprio tra mercoledì 31 e giovedì 1 Calabria e Sicilia saranno investite da precipitazioni abbondanti e intense, che si riveleranno nevose fino a quote bassissime, probabilmente in alcune zone addirittura su coste e pianure, più generalmente con accumuli a partire dai 200300 metri di altitudine. Sarebbe un evento storico, un evento eccezionale che adesso Calabria e Sicilia si giocano sul filo di poche centinaia di chilometri. Se, infatti, il minimo barico si posizionerà più a nord nel Tirreno a ridosso della Sardegna, spostandosi successivamente al Sud, è confermato il forte maltempo tra 31 dicembre e 1° gennaio, ma la quota neve sarà più alta (intorno ai 600700 metri), comunque con nevicate eccezionali sui rilievi. In ogni caso sarà un evento meteo rilevante; ma tra la rilevanza e la possibilità di avere nevicate eccezionali fin su coste e pianure proprio a cavallo della notte di San Silvestro è un’occasione talmente tanto straordinaria che sta lasciando tutti col fiato sospeso. Per monitorare l’evoluzione meteo in diretta, ecco le pagine del nowcasting: