Allerta Meteo per la notte di San Silvestro: temporali di neve dallo Jonio verso Calabria e Sicilia [LIVE]

/
MeteoWeb

allerta capodannoNon è ancora finita. Gelo e neve continuano ad imperversare in tutto il centro/sud, e come possiamo osservare nelle mappe bariche in diretta, il centro di bassa pressione presente sul mar Jonio continua a muoversi verso il Canale di Sicilia, profondo 1003hPa. Muovendosi verso occidente, sta spingendo violenti temporali e nubi cariche di precipitazioni verso le zone orientali di Calabria e Sicilia, andando così ad alimentare ulteriormente il maltempo nelle prossime ore. Durante la notte di San Silvestro, questo piccolo ciclone si continuerà a muovere verso ovest, spostandosi fin sull’isola di Malta, e scatenerà una forte tempesta di grecale su tutto il basso Tirreno e sul mar Jonio, con venti impetuosi che soffieranno fino a 100km/h intorno alla Sicilia, sia nelle zone tirreniche che in quelle joniche, alimentando la sensazione di freddo. Attenzione alle violente mareggiate lungo le coste esposte ai venti di nord/est (vedi mappe).

Allerta Meteo notte CapodannoMa non solo vento: ci sarà anche maltempo, con forti temporali che in serata interesseranno dapprima la Calabria jonica centro/meridionale, successivamente si abbatteranno sulla Sicilia sud/orientale colpendo catanese, siracusano e ragusano. Le temperature saranno in lieve aumento, ma rimarranno fredde. In caso di precipitazioni, in serata potrebbe nevicare a Crotone, Catanzaro, Lamezia Terme, Vibo Valentia e nelle zone joniche di basso catanzarese e reggino, dove le precipitazioni potrebbero essere molto forti con temporali violenti soprattutto sulle Serre e nella locride. Forti nevicate nel versante sud/orientale dell’Aspromonte, con accumuli abbondanti fino a bassa quota.

Poi i temporali si sposteranno in Sicilia, e colpiranno con particolare veemenza nel corso della notte il siracusano e il ragusano. Nella notte, con l’aumento delle temperature, quota neve dovrebbe attestarsi intorno ai 300400 metri di altitudine, ma durante i fenomeni più intensi – complice il gelo di queste ultime ore persistente ai bassi strati – potrebbe nevicare anche più in basso, soprattutto nella prima fase delle precipitazioni, con altre imbiancate a Siracusa forse anche sul litorale e comunque nelle zone interne, e forse anche a Catania. In questo momento a Siracusa ci sono +4°C, a Catania +3°C, mentre Catanzaro è già a +1°C. La zona dei monti Iblei, tra siracusano e ragusano, sarà la più colpita dalle precipitazioni con accumuli abbondanti nelle zone interne. Ragusa potrebbe essere colpita da bufere con accumuli significativi (superiori ai 10cm), mentre a Palazzolo Acreide potrebbero accumularsi addirittura 20cm. Anche a Caltagirone dovrebbe nevicare con accumulo. Domani mattina, poi, i temporali più forti si abbatteranno su Malta dove per il terzo giorno consecutivo ci sarà pioggia, pioggia mista a neve, nevischio e grandine. Per la Sicilia orientale sarà una notte di San Silvestro di maltempo estremo, mentre le zone centro/meridionali tra Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, aree interne del Lazio, Campania e Calabria settentrionale vivranno nelle prossime 12 ore le ultime nevicate residue fino a quote molto basse, con fenomeni via via sempre più deboli fino all’esaurimento. Per monitorare la situazione in diretta consigliamo le pagine del nowcasting di MeteoWeb: