Ambiente: arriva la carta riscrivibile, può essere usata 20 volte

MeteoWeb

STAMPANTE GETTO ACQUA 2Dopo la carta riciclata arriva quella riscrivibile: puo’ essere scritta e cancellata piu’ di 20 volte usando semplicemente la luce. Descritta sulla rivista Nature Communications, e’ stata realizzata negli Stati Uniti dal gruppo dell’universita’ della California, a Riverside, coordinato da Yadong Yin. Il segreto di questo materiale e’ l’uso di coloranti che reagiscono alla luce gia’ presenti in commercio. Il materiale potrebbe essere usato soprattutto per i quotidiani perche’, rileva Yin, ”le lettere stampate rimangono leggibili per piu’ di tre giorni, un tempo sufficiente per le applicazioni pratiche come i giornali”. Nelle aziende, circa il 90 percento di tutte le informazioni circola ancora su carta, che nella maggior parte dei casi non viene riutilizzata. Tale spreco di carta e anche di inchiostro, per non parlare dei problemi ambientali connessi come la deforestazione per produrla, potrebbe essere ridotto se la carta fosse riscrivibile, cioe’, in grado di essere scritta e cancellata piu’ volte. Il materiale ottenuto secondo gli autori e’ ”una buona alternativa alla carta normale nel soddisfare le crescenti esigenze globali di sostenibilita’ e conservazione dell’ambiente”. I ricercatori hanno realizzato una pellicola di plastica, ma si sta lavorando a una versione fatta di vera e propria carta, su cui lettere o immagini possono essere stampate piu’ volte usando la luce ultravioletta e poi cancellate semplicemente riscaldando la superficie a 115 gradi per meno di 10 minuti. Alla base della tecnica vi e’ l’uso di coloranti che reagiscono alla luce gia’ presenti in commercio e chiamati coloranti redox. La stampa viene eseguita in piu’ fasi: prima si colora la pellicola su cui poi viene sovrapposta una ‘maschera’ prestampata con il testo. A questo punto si procede alla stampa con la luce ultravioletta che sbianca il colorante su tutta la superficie tranne sulle lettere da stampare.