Archeoastronomia: i nuragici avevano competenze straordinarie

MeteoWeb

nuragiciI nuragici avevano competenze tecniche e le loro costruzioni seguivano modelli altamente precisi, considerando la totale assenza di strumenti tecnologici. E’ quanto emerso dal quarto convegno di archeoastronomia ospitato all’universita’ di Sassari. La giornata di studi e approfondimento, che quest’anno aveva per tema “La misura del tempo”, ha evidenziato che i nuraghi non erano risultato casuale ma frutto di studio. Le popolazioni antiche della Sardegna avevano ben chiaro il concetto di circonferenza, che applicavano attraverso compassi arcaici costruiti con due pali legati da una corda vegetale. L’unita’  di misura sarda, come hanno evidenziato gli studi, e’ analoga e quasi identica a quella delle altre popolazioni del Mediterraneo, di poco superiori al mezzo metro odierno. Attraverso gli incroci delle circonferenze, i nuragici costruivano sistemi triangolari la cui rappresentazione piu’ alta e’ il complesso di Santu Antine, nei pressi di Torralba (Sassari), costituita da un triangolo quasi perfettamente equilatero. Il convegno ha chiarito che non c’e’ ormai alcun dubbio che in Sardegna, ai tempi del neolitico, esisteva un gruppo di maestranze altamente specializzato nella creazione di strutture architettoniche stupefacenti, considerando la scarsita’ di mezzi dell’epoca. Analizzando le domus de janas, i complessi sepolcrali preistoriche scavate nella roccia, si e’ capito che gli antichi sardi avevano una progettualita’ alla base della costruzione e non realizzavano queste strutture a caso. Sono state censiti e geolocalizzati dagli archeoastronomi, al momento, circa mille ipogei su 3.500 e nei prossimi anni si potra’ottenere un quadro ancora piu’ chiaro della disposizione e specialita’ delle antiche testimonianze architettoniche dell’isola. Il convegno e’ stato promosso e organizzato dalla Societa’ astronomica turritana e dal Circolo culturale Aristeo. Da quattro anni viene diffusa a Sassari la conoscenza dell’archeoastronomia, riconosciuta oggi come una scienza e validata dalla comunita’ internazionale.