Ebola: Sierra Leone, vietate le celebrazioni pubbliche di Natale

MeteoWeb

Liberia EbolaIn Sierra Leone sono state vietate le celebrazioni pubbliche del Natale e di Capodanno per evitare contatti che possano aumentare la diffusione dell’ebola. Nelle strade sara’ schierato l’esercito, durante tutto il periodo di festa, per impedire alle persone di uscire di casa, ha annunciato il responsabile governativo per l’emergenza ebola, Palo Conteh. Nella capitale “non ci saranno celebrazioni ne’ per il Natale per ne’ Capodanno”, ha affermato Conteh, “faremo in modo che tutti rimangano in casa a riflettere sull’ebola. Il personale militare sara’ nelle strade a Natale e Capodanno per impedire ogni celebrazione”. L’Islam e’ la religione dominante in Sierra Leone, ma oltre un quarto della popolazione e’ cristiana e durante i periodi di feste religiose e’ usanza riunirsi per le strade. Durante questo periodo di emergenza per la diffusione del virus sono stati chiusi locali pubblici. Secondo l’ultimo bilancio dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms) sono stati registrati 17.942 casi di ebola in 8 Paesi, di cui 6.388 morti, quasi tutti in Guinea, Liberia e Sierra Leone. Il dato e’ aggiornato allo scorso 7 dicembre.