Maltempo Marche: disagi al sistema di trasporti per ghiaccio e vento

MeteoWeb

neve pesaro3Dal pesarese alla provincia di Ascoli Piceno, neve, bora e freddo hanno investito tutte le Marche, creando disagi al traffico stradale e ferroviario, nonostante l’ondata di maltempo fosse stata annunciata dalla protezione civile regionale e durante la notte scorsa e’ stato avviato per tempo il piano neve nella maggior parte dei comuni. A creare i maggiori disagi e’ stato il ghiacchio, che si e’ creato per le temperature basse (3 gradi a Urbino) e le raffiche di vento, che hanno soffiato fino a 70km/h. A Jesi (Ancona), proprio il ghiaccio ha bloccato un sistema di scambio lungo la linea ferroviaria Falconara-Roma: coinvolti alcuni treni, che hanno accumulato fino a 40 minuti di ritardo. A Montelabbate (Pesaro-Urbino), un mezzo pesante si e’ messo di traverso paralizzando una corsia della ‘Montelabbatese’ verso Urbino, mentre anche nei pressi di Fano sono stati segnalati diversi incidenti, per fortuna senza conseguenze per gli occupanti delle vetture. Difficolta’ alla circolazione stradale sono segnalate anche in tutto il Montefeltro. A Fano, il vento ha spinto le onde fino a viale Ruggeri, che e’ stato chiuso al traffico, e ha spazzato via una parte della neve pesaro2tensostruttura del Lido. Un telone di un lido e’ stato divelto e si e’ impigliato tra i cavi elettrici tra le stazioni di Ancona e Falconara, che sono state temporaneamente disalimentate, con conseguenti ritardi per i treni in circolazione lungo la linea adriatica. Decine in tutta la regione gli interventi dei vigili del fuoco per liberare le strade, invase da rami anche di grandi dimensioni, e da tegole precipitate al suolo. A Macerata, traffico semi paralizzato dopo che un camion sprovvisto di pneumatici invernali si e’ messo di traverso su un tratto di strada in salita; dalla notte sono in azione i mezzi spazzaneve e questa mattina sono stati sostituiti da quelli spargisale. Una violentissima mareggiata ha distrutto uno chalet di Porto Recanati (Macerata): sala da pranzo, cucina e vetrate sono finiti in mare. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, carabinieri e volontari della protezione civile, mentre gli operatori turistici se la sono presa con il sindaco, Sabrina Montali, colpevole secondo loro di non aver effettuato alcun intervento a difesa della costa. La neve e’ caduta anche nel fabrianese (Ancona), ad Ascoli Piceno e Urbino, dove il termometro e’ sceso a 3 gradi sotto zero. La situazione e’ leggermente migliorata nella tarda mattinata, anche se resta il pericolo di ampi tratti ghiacciati sulle strade provinciali della Valcesano e Valmetauro, nel pesarese, cosi’ come nella maggior parte di quelle all’interno della regione, mentre i passi tra Marche e Umbria sono regolarmente transitabili con pneumatici invernali.