Natale in Emilia-Romagna: le ricette della tradizione sulla tavola delle feste

MeteoWeb

natale bolognaAl top nella classifica nazionale per il numero di prodotti a marchio Dop e Igp l’Emilia Romagna mette in tavola per le feste di Natale un trionfo di ricette tradizionali. La regione che mantiene la sua leadership in campo nazionale con 126 marchi tutelati (con Bologna prima provincia di Italia con 22 prodotti Dop e Igp), imbandisce, dalla collina al mare, i banchetti di Natale nel segno dell’abbondanza. Il piatto forte del giorno di Natale nella tradizione emiliano romagnola sono senza dubbio i tortellini o cappelletti in brodo: quelli più famosi al mondo seguono la ricetta dei tortellini alla bolognese, ma vi sono altre versioni non meno appetitose, come quella dei cappelletti alla reggiana o alla romagnola. Il secondo della tradizione è bollito di carni accompagnato da salsine varie, tra cui la salsa verde della bassa reggiana o la salsa verde di melanzane, secondo una ricetta tipica dell’entroterra ravennate, oppure la sfiziosa salsa antica della tradizione contadina modenese, o ancora la salsina per il lesso della nonna, ricetta originaria di Parma, mentre i più golosi possono sempre optare per la mostarda dolce. Immancabili panettoni e pandori, meglio se artigianali. Tra le ricette più antiche c’è la versione modenese del Pane di Natale: pane color moro lucido che va servito tagliato a rettangoli di misura poco più grande di un biscotto. Si gusta da solo o, meglio, accompagnato dai tipici amaretti e da rettangolini di spongata spolverizzata con zucchero vanigliato. Ricetta ‘di famiglia’ anche la cosiddeta Torta di Natale della nonna Albertina, dolce bolognese delle feste natalizie, o i Tortelli di Natale in versione al forno o fritti, dolci originari della zona di Modena e Reggio Emilia con ripieno di crema pasticcera o marmellata o pesto natalizio. Per concludere il pranzo di Natale, un sorso di Nocino o di Vov, distillato secondo la ricetta ravennate per le grandi occasioni e servito in piccoli bicchierini. Su tutto i grandi vini dell’Emilia Romagna, dall’Albana al Lambrusco, passando per il Sangiovese.