Ricerca: dalle nanoparticelle allo spazio, la rivoluzione misure

MeteoWeb

catalogo_metrologia_14Dalle dimensioni delle nanoparticelle alle triangolazioni con la Stazione Spaziale per definire la forma della Terra, fino alla nuova definizione del chilogrammo basata sulla misura degli atomi: la scienza della misura sta per annunciare una rivoluzione che si ripercuotera’ in moltissimi aspetti della vita quotidiana. ”Ambiente, energia e salute sono le tre direttrici della ricerca che punta ad avere misure sempre piu’ precise”, ha detto Massimo Inguscio, presidente dell’Istituto Nazionale per la Ricerca in Metrologia (Inrim), che celebra i suoi 80 anni di storia con un convegno in programma a Torino fino al 6 dicembre. E’ una rivoluzione, quella delle misure, che non tardera’ a farsi sentire. Tra le novita’ in arrivo, ha detto Inguscio, ci sono orologi atomici cento volte piu’ precisi di quelli attuali, che hanno gia’ una precisione pari a un milione di miliardesimi di secondo. Si sta progettando anche un orologio atomico da collocare sotto il massiccio del Frejus per misurare le deformazioni prodotte nella gravita’ nel corso delle stagioni. Si sta lavorando anche alla nuova definizione del chilogrammo: ”si otterra’ contando gli atomi di silicio contenuti in un cristallo”, ha spiegato Inguscio. E’ una rivoluzione nella quale l’Italia e’ in prima fila. E’ tornata infatti ad essere rappresentata nella Commissione internazionale che riunisce gli esperti internazionali che, dall’epoca della convenzione del metro del 1875, ogni quattro anni convoca la Conferenza Internazionale Pesi e Misure. A rappresentare l’Italia nella Commissione e’ stato nominato Inguscio. ”Tra le nuove sfide cui la Metrologia e’ chiamata a rispondere – ha detto il presidente dell’Inrim – l’Italia e’ il punto di riferimento in campo ambientale”, ad esempio con nuove tecniche di misura per gli inquinanti e nuove tecniche per valutare gli effetti dei farmaci direttamente nel cervello.