Terremoto Firenze: “Eccola, eccola”, la paura corre sui social

MeteoWeb

sismografoBatte il terremoto e la gente si fa coraggio sui social network: cosi’ la notte trascorsa nel Chianti, dove molti hanno dormito fuori a breve distanza dall’epicentro dello sciame sismico insistente degli ultimi due giorni. ‘Eccola, eccola’, c’e’ chi scrive in piena notte quando la terra trema. E subito c’e’ chi conferma: “Sentita, e’ roba grossa”. A Tavarnelle, San Donato, Mercatale, Sambuca c’e’ la maggiore percezione del terremoto, e la paura piu’ grande. Parecchi hanno dormito in auto per precauzione, non se la sono sentita di rimanere in casa. Chi e’ restato in casa, non prende sonno e scrive al computer: “Tremano i vetri, ho paura”. “Ragazzi, ancora, batte a ancora”. C’e’ chi verifica su Internet: “Cinque scosse in dieci minuti”, in riferimento a quando tra le 5 e le 6 lo sciame si e’ fatto sentire con numerose scosse superiori a magnitudo 2 della scala Richter e fino a 3.5. “Ho messo mia moglie di vedetta – scrive un altro – se c’e’ bisogno prendo i ragazzi e schizzo fuori di casa”. E da un’altra casa ancora in mezzo alle colline del Chianti: “Mi si e’ scosso tutto il letto. Ma che succede?”. Si dialoga su Facebook, Twitter. Si ‘messaggia’ via telefonino. “Si trema (come foglie) dalla paura”, arriva un sms dai pressi della pieve di Campoli, famosa per i pievani diventati Papi, che lo sciame non cessa di abbandonare come epicentro. “Non smette piu'”, sempre dopo la ‘botta’ delle 5.07. “Non mi pare nulla di buono”, si commenta ancora con un certo pessimismo. Arriva l’alba e si crolla per la stanchezza. Lo sciame si placa, riprendera’ dopo le 8: “Sono sveglia dalle 5, ormai non dormo piu’, vado a farmi il caffe'”, scrive una donna.