Allerta Meteo Epifania, Italia lambita da una nuova grande ondata di gelo e neve nelle Regioni del Sud

/
MeteoWeb

allerta meteo epifaniaNelle prossime ore l’Italia sarà lambita da una nuova eccezionale ondata di gelo e neve che tra lunedì 5 e giovedì 8 gennaio colpirà l’Europa orientale e in modo particolare Ucraina, Romania, Bulgaria, Grecia, Turchia, Georgia, il medio Oriente e il nord Africa tra Libia ed Egitto. La neve cadrà copiosa da Istanbul ad Atene, da Odessa a Bucarest, da Creta a Cipro fino a Gerusalemme e Tbilisi. L’aria gelida, proveniente dall’Artico, scorrerà ancora una volta lungo il bordo orientale dell’Anticiclone delle Azzorre, eretto lungo i meridiani fin sulla penisola Scandinava.

Le previsioni per Istanbul
Le previsioni per Istanbul

L’Italia stavolta sarà soltanto lambita dall’ondata di gelo, che comunque farà diminuire le temperature da domani, lunedì 5 gennaio, in tutto il Paese e soprattutto al centro/sud, dove la colonnina di mercurio inizierà ad abbassarsi già da stasera, a partire dalle Regioni Adriatiche. Le aree più colpite del Paese saranno quelle orientali, in primis la Puglia e poi le zone joniche di Basilicata e Calabria. Non mancheranno i fenomeni di instabilità tra domani e dopodomani, giorno dell’Epifania, martedì 6 gennaio, con precipitazioni sparse che si riveleranno nevose fino a quote molto basse tra Puglia, Basilicata e Calabria settentrionale. In modo particolare in Puglia, la Regione più colpita, la neve potrà cadere fin su coste e pianure. Maltempo anche più a Sud in Calabria e Sicilia, dove però la quota neve sarà più alta, intorno ai 500 metri nelle zone joniche, e intorno ai 700800 metri nella Sicilia tirrenica. In tutto il Sud soffieranno forti i venti di tramontana con raffiche fino a 90km/h tra Puglia e Calabria. Nelle coste esposte a nord si verificheranno forti mareggiate. Per monitorare la situazione in diretta consigliamo le pagine del nowcasting di MeteoWeb: