Ambiente: lieve arretramento per i ghiacciai valdostani

MeteoWeb

Le misure effettuate nel 2014 fanno registrare un arretramento della posizione delle fronti variabile a secondo delle situazioni locali, da alcuni metri fino a decine di metri

neveghiacciocaserelarice“Complessivamente, l’anno idrologico 2013-14, soprattutto grazie ad una stagione estiva relativamente fresca e ricca di precipitazioni, non ha comportato grosse perdite per i ghiacciai valdostani monitorati, che chiudono il loro bilancio con perdite limitate o in pareggio”. E’ quanto emerge dai risultati delle campagne glaciologiche condotte nella stagione 2013/14 sul territorio valdostano. “La diminuzione di superficie e di lunghezza dei ghiacciai, che viene storicamente valutata tramite la misura della posizione delle fronte, non riflette l’andamento della stagione in corso – e’ spiegato in una nota – ma quello di un periodo di diversi anni precedente”. Le misure effettuate nel 2014 fanno registrare un arretramento della posizione delle fronti variabile a secondo delle situazioni locali, da alcuni metri fino a decine di metri. “L’anno 2013-14 non ha comportato perdite elevate per i ghiacciai valdostani – commenta l’assessore alla difesa del suolo, Mauro Baccega – grazie soprattutto alla stagione estiva particolarmente fresca. Si tratta tuttavia, per ora, di un anno isolato all’interno di un trend di forti perdite che ha caratterizzato gli ultimi anni. Come per tutti i fenomeni legati al clima, occorre ragionare su periodi di osservazione medio-lunghi e non valutare in senso assoluto i dati di un singolo anno”. Le misurazioni sono state fatte da parte di Arpa Valle d’Aosta, Fondazione Montagna sicura e Parco Nazione Gran Paradiso, con il coordinamento della struttura organizzativa attivita’ geologiche dell’assessorato.