Dalla velocità al meteo: ecco il vademecum per sciare in sicurezza

MeteoWeb

sciatoriDalla padronanza della velocità alle informazioni sulle condizioni niveo-meteorologiche, dal rispetto della segnaletica all’obbligo del casco per i minori di 14 anni. Sono alcune delle regole da seguire per sciare in sicurezza, secondo il vademecum del Corpo Forestale. ”Ogni sciatore o snowboarder deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo la persona altrui o provocare danno”, spiega il Corpo Forestale, e ”deve tenere una velocita’ ed un comportamento adeguati alle proprie capacita’ nonche’ alle condizioni generali e del tempo”. Lo sciatore o snowboarder a monte, spiega ancora il Corpo Forestale, che, per la posizione dominante, ha la possibilita’ di scelta del percorso, deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore a valle. ”Il sorpasso puo’ essere effettuato tanto a monte che a valle sulla destra o sulla sinistra, ma sempre a una distanza tale da consentire le evoluzioni dello sciatore/snowboarder sorpassato ed evitando di incrociare le traiettorie del sorpassato”, aggiunge.

Lo sciatore o snowboarder ”che si immette su una pista o attraversa un terreno di esercitazione, deve assicurarsi, mediante controllo visivo a monte e a valle, di poterlo fare senza pericolo per se’ e per gli altri”, sottolinea il Corpo Forestale precisando che ”lo stesso comportamento deve essere tenuto dopo ogni sosta”. ”Lo sciatore o snowboarder deve evitare di fermarsi, se non in caso di assoluta necessita’, sulle piste e in specie nei passaggi obbligati o senza visibilita’ – prosegue – In caso di caduta lo sciatore deve sgombrare la pista al piu’ presto possibile”. Lo sciatore o snowboarder che risale la pista deve procedere soltanto ai bordi di essa ed e’ tenuto a discostarsene in caso di cattiva visibilita’, chiarisce il Corpo Forestale sottolineando che lo stesso comportamento deve essere tenuto da chi discende a piedi la pista. Tutti gli sciatori e gli snowboarder devono rispettare la segnaletica della pista. Chiunque deve prestarsi per il soccorso in caso di incidente – precisa – l’omissione di soccorso e’ reato con la nuova legge 363 del 2003 sulla sicurezza dello sci”.

”Chiunque sia coinvolto in un incidente o ne sia testimone e’ tenuto a dare le proprie generalita”’, spiega il Corpo Forestale. ”E’ buona norma che lo sciatore o snowboarder non curvi sul bordo della pista ma lasci sempre uno spazio sufficiente per agevolare il proprio sorpasso”, aggiunge. ”Bisogna prestare attenzione alle traiettorie degli sciatori e degli snowboarder, in considerazione del tipo di sci utilizzato, snowboard, telemark, fun carving”, si legge sul sito. ”Per i minori di 14 anni e’ obbligatorio il casco – conclude – Arrivare sugli sci con un minimo allenamento atletico, onde evitare piacevoli sorprese. Evitare i fuoripista, soprattutto in condizioni di bassa stabilita’ del manto nevoso. Per questo e’ importante tenere conto sempre delle condizioni niveo-meteorologiche”. “Tutte le comunicazioni e gli avvisi vengono affissi sempre alle bacheche di tutte le biglietterie. Quindi, prima di ogni sciata, e’ necessario informarsi sempre della situazione che si incontrera’, per evitare spiacevoli sorprese”.