Dieci anni fa la missione storica: una sonda europea su Titano

MeteoWeb

“Il primo tentativo di successo dell’umanità di far atterrare una sonda su un altro mondo nel Sistema Solare più esterno”

titanoDieci anni fa, precisamente alle 13.34 italiane, la sonda Huygens atterrava su Titano, la piu’ grande luna di Saturno. A ricordare l’anniversario e’ l’Agenzia europea spaziale (Esa), che con la Nasa e l’Asi (Agenzia spaziale italiana) coordino’ la missione Cassini-Huygens, partita il 15 ottobre 1997 per esplorare il sistema di Saturno. Huygens e’ stato il primo veicolo spaziale a raggiungere la superficie di un corpo celeste cosi’ lontano. ”Il primo tentativo di successo dell’umanita’ di far atterrare una sonda su un altro mondo nel Sistema Solare piu’ esterno”, ricorda l’Esa. Entrando nell’atmosfera di Titano, l’unica luna del Sistema Solare ad avere l’atmosfera simile a quella di un pianeta, Huygens e’ riuscita a sopravvivere alla rischiosa discesa, durata 2 ore e 27 minuti, per toccare la superficie ghiacciata di Titano. La sonda ha poi continuato ad inviare segnali alla Terra, principalmente tramite Cassini, per altri 72 minuti prima che le batterie si esaurissero del tutto. Immagini e misure che hanno offerto una raccolta di dati preziosissimi, che gli scienziati stanno ancora analizzando: hanno rivelato che pur essendo un mondo lontanissimo, Titano e’ geologicamente attivo. Per celebrare l’anniversario, l’Esa ha selezionato i 10 piu’ importanti risultati ottenuti con questa missione pionieristica: primo atterraggio di Titano su una superficie sconosciuta, 108 passaggi radenti, 37mila immagini, 43% della superficie mappata tramite radar, 1160 pubblicazioni su riviste scientifiche, un possibile oceano d’acqua nel sottosuolo, 17 molecole identificate nell’atmosfera, una temperatura di -180 gradi, 35 laghi e mari di idrocarburi, e una pressione quasi doppia a quella terrestre.