Ebola, OMS: l’epidemia ai minimi dal 2013

MeteoWeb

Dei tre paesi più colpiti è la Liberia ad avere meno nuovi casi, mentre in Sierra Leone sono 65 e in Guinea 30, in netta discesa per tutti e tre i Paesi

TOPSHOTS-LIBERIA-HEALTH-EBOLA-WAFRICAPer la prima volta dalla fine di giugno del 2013 ci sono stati meno di 100 nuovi casi di Ebola in una settimana. Lo afferma l’ultimo bollettino dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), secondo cui pero’ sono ancora troppo pochi i casi che si riscontrano tra i contatti tracciati dalle autorita’, un segno che ci sono ancora focolai sconosciuti. Il conteggio e’ ormai arrivato a oltre 22mila casi, mentre le morti sono poco piu’ di 8.800. Dei tre paesi piu’ colpiti e’ la Liberia ad avere meno nuovi casi (4), mentre in Sierra Leone sono 65 e in Guinea 30, in netta discesa per tutti e tre i paesi. “Nella settimana del 18 gennaio – si legge nel bollettino – il 30% dei nuovi casi in Guinea e il 50% di quelli in Liberia si sono verificati tra contatti registrati, mentre non e’ disponibile il dato per la Sierra Leone. L’obiettivo e’ il 100%, perche’ implicherebbe che ogni catena di trasmissione del virus e’ stata individuata e tracciata”. Di pari passo con gli sforzi per arginare l’epidemia sottolinea il documento, continuano anche gli incidenti dovuti alla diffidenza della popolazione. “In totale 27 sotto-prefetture in Guinea hanno riportato almeno un incidente nell’ultima settimana – si legge – cosi’ come due distretti in Liberia e quattro in Sierra Leone”.