Forti venti occidentali spazzano le Repubbliche Baltiche e l’Europa orientale, registrate raffiche fino a 80 km/h

MeteoWeb
Si nota la profonda depressione di 970 hpa
Si nota la profonda depressione di 970 hpa

Il passaggio di una profonda circolazione depressionaria, che dalle Repubbliche Baltiche si allontana verso il settore più occidentale della Russia europea, sta richiamando verso i paesi dell’Europa orientale una intensa ventilazione occidentale, che ha superato la soglia d’attenzione in diverse nazioni. Il fitto “gradiente barico orizzontale” localizzato lungo il bordo più meridionale della circolazione depressionaria, che dal Baltico si allontana verso la Russia europea, sta attivando forti venti, da O-SO e Ovest, che in queste ore stanno spazzando le Repubbliche Baltiche, la Polonia, la Bielorussia e l’Ucraina, con raffiche che lambiscono e superano picchi di oltre 60 km/h. I venti più forti nella giornata di ieri hanno sferzato proprio le Repubbliche Baltiche e il nord della Bielorussia, dove si sono manifestate vere e proprie burrasche di forte intensità, con raffiche che hanno oltrepassato la soglia dei 70-80 km/h sull’Estonia, la Lituania e la Lettonia. Lungo le più esposte aree costiere dell’Estonia e della Lituania, durante la fase clou delle burrasche, sono state registrate folate superiori agli 80 km/h. A Tallin, capitale estone, è stata registrata una raffica di picco di ben 74 km/h.

analyzaNelle prossime ore, con lo spostamento della profonda circolazione depressionaria verso il settore più occidentale della Russia europea, gli intensi venti da O-SO e Ovest si sposteranno verso la Polonia, la Bielorussia, il sud-ovest della Russia e l’Ucraina, dove il consistente “gradiente barico orizzontale” produrrà una ventilazione che raggiungerà la soglia d’attenzione, varcando la soglia di burrasca. In particolare fra la Bielorussia, il nord dell’Ucraina e il settore più meridionale della Russia europea, dove si toccheranno picchi di oltre 60 km/h.