L’Islanda a rischio “sollevamento”: l’isola si sta pericolosamente sollevando con un ritmo di 35 mm all’anno

MeteoWeb

Il particolare fenomeno di innalzamento del territorio è dovuto, secondo uno studio dell’Università dell’Arizona, al riscaldamento globale che, causando  lo scioglimento dei ghiacciai comporta una riduzione del loro peso con conseguente innalzamento dell’ isola

islanda2Una ricerca della University of Arizona ha scoperto che la crosta terrestre sotto l’ Islanda, sta subendo delle modifiche accellerate a causa del riscaldamento globale; il legame causa- effetto che si è generato infatti ha dell’incredibile. A causa dell’aumento delle temperature i ghiacciai sono soggetti ad un rapido scioglimento e questo, di conseguenza, ha comportato un innalzamento della crosta terrestre sotto l’isola perchè il peso del ghiaccio in superficie è minore.  Alcune zone dell’Islanda si stanno sollevando al ritmo di 35 mm l’anno, una velocita’ che ha sorpreso gli stessi scienziati. Lo studio, che sara’ pubblicato su Geophysical Research Letters, e’ il primo a dimostrare che l’innalzamento della crosta islandese e’ il risultato dello scioglimento dei ghiacciai e coincide con l’inizio del riscaldamento iniziato circa 30 anni fa.

islandaI geologi sanno da tempo che come i ghiacciai si sciolgono e diventano piu’ leggeri, la terra risale perche’ il peso del ghiaccio diminuisce. Ma fino ad oggi, ha spiegato Richard Bennett, coautore dello studio e associate professor alla University of Arizona, la comunita’ scientifica si domandava se l’innalzamento corrente fosse legato al ritiro dei ghiacci del passato o allo scioglimento recente. “L’Islanda – ha detto ancora Bennett – e’ il primo luogo dove che possiamo dire che sollevamento accelerato significa perdita di ghiaccio accelerata”. Per registrare i cambiamenti della crosta terreste gli scienziati hanno utilizzato ricevitori satellitari fissati sulle rocce dell’Isola. E i risultati sono stati chiari: le aree che hanno mostrato un sollevamento piu’ rapido sono state quelle tra le grandi calotte di ghiaccio, mentre l’innalzamento della crosta terrestre e’ stato piu’ lento nelle zone piu’ lontane dai grandi ghiacciai.