Maltempo, Campania nel caos: ci sono anche feriti

MeteoWeb

maltempo albero ventoOndata di maltempo sulla Campania, dove la Protezione civile regionale, diretta dall’assessore Edoardo Cosenza ha prorogato fino alle 22 di domani l’ avviso di criticita’ moderata. Nel golfo di Napoli i collegamenti con le isole sono interrotti da questa mattina alle 6.30. Il vento di Ponente soffia con forza 11 ed il mare e’ agitato forza 7. A Giugliano (Napoli) un grosso salice sradicato dal vento si e’ abbattuto su un’ insegnante nel parcheggio della scuola “Eduardo De Filippo”, in via Quintiliano. La donna e’ stata medicata in ospedale per un trauma cranico facciale ed una ferita al labbro ed ha riportato la perdita dei due incisivi superiore. Nell’ area flegrea, in un parco privato di Monteruscello,una “Panda” e’ stata distrutta da un arbusto. Il lago d’ Averno e’ straripato, insieme all’ alveo Camaldoli, creando notevoli problemi alla circolazione a Cuma e Lucrino. Sotto osservazione il fiume Sarno, che e’ straripato alla foce, a Castellammare di Stabia, dove e’ stata chiusa via Ripuaria, ed a Scafati. 4 famiglie sono state evacuate dai Vigili del Fuoco. Il Genio Civile di Salerno sta ripristinando gli argini del fiume, crollati in localita’ Terze a San Pietro (Salerno. Un centinaio, nel salernitano, le richieste di soccorso giunte ai Vigili del Fuoco a causa della pioggia e del forte vento. Un principio di tromba d’ aria si e’ abbattuto su Sapri, dove una mareggiata ha causato l’ allagamento del lungomare. In Cilento paura per i fiumi Lambro e Mingardo, tra Marina di Camerota e Palinuro, che hanno rotto gli argini in piu’ punti. A Sassano, nel Vallo di Diano, il Tanagro e’ tracimato in piu’ punti in localita’ Cappuccini. I tecnici del Genio Civile sono al lavoro insieme a quelli del Consorzio di Bonifica. La Sala operativa della Protezione civile regionale sta coordinando l’ intervento dei volontari per i soccorsi a persone in difficolta’ e per liberare i locali allagati. Allagamenti anche in Irpinia, in particolare a Grottolella ed Altavilla. La Sala operativa di Protezione civile, in contatto con l’Assessore regionale Edoardo Cosenza e il Direttore generale, Italo Giulivo ha invitato le Autorita’ ad adottare le misure necessarie alla vigilanza dei territori, in particolare per le aree a rischio frana e colata rapida di fango.