Dai trulli ai fichi d’india: la neve al Sud esalta il “fascino dell’insolito”, che spettacolo Puglia e Sicilia

/
MeteoWeb

taorminaL’arrivo della neve così abbondante al Sud esalta il fascino dell’insolito: non ha nevicato soltanto sui monti dell’Appennino meridionale, dove la neve è una consuetudine di ogni inverno. La “dama bianca” s’è spinta in alcune località in cui non era mai caduta negli ultimi 120-130 anni, rendendo unico nella storia il paesaggio a cui pochi fortunati hanno potuto assistere, dopo intere generazioni di sogni bianchi infranti di anno in anno.

Si perché quaggiù, in Sicilia, sulle coste di Puglia e Calabria, Campania e Basilicata, la neve non è vista come un incubo o un problema. E’ un dono, come tutte le cose rare. Certo, i disagi sono stati gravissimi perchè il territorio non è preparato alla neve, ma la gioia è tanta che si riesce a superare ogni scoglio.

taormina01I trulli sepolti dall’eccezionale coltre bianca che ha superato il mezzo metro di altezza ad Alberobello, Locorotondo e sulle Murge, il barocco Siciliano nella rarissima neve di Noto, Ragusa, Scicli, Avola e Rosolini, lo straordinario spettacolo di Taormina ammantata di bianco sono solo alcune delle immagini più caratteristiche della neve che ha anche trasformato lo Stretto di Messina in un fiordo scandinavo e Palermo in una città artica. Quella magia candida e soave che i fiocchi di neve, nel loro lento cadere, riescono a regalare ad ogni tipo di atmosfera, è diventata ancor più suggestiva perché in concomitanza con le festività natalizie e nelle calde Regioni del Sud, dove questo fenomeno è rarissimo: si sono imbiancate le piante di ulivo e fichi d’india, abituate a ben altro tipo di clima, e in tanti hanno potuto rivivere i sogni lasciati nel cassetto quando avevano visto la neve l’ultima volta, tantissimo tempo fa.

Tanti bambini del Sud, ieri, hanno scoperto la bellezza della neve e adesso buona parte di loro si avvicinerà ad una scienza così accattivante come la meteorologia, che gli servirà per iniziare ad inseguire il loro sogno: quello di rivedere la neve nella loro città, sulle coste o nelle pianure del sud. Con la speranza che non passi troppo tempo, ma con la consapevolezza che se fosse un fenomeno frequente, non sarebbe certo così bello perché perderebbe il “fascino dell’insolito” che rende la neve un evento ai confini della realtà per queste località così vicine all’Africa e al Sahara e così tanto lontane dal Polo…