Parkcycle Swarm: il parco “green” trainato da bici che porta il verde in città

/
MeteoWeb

CYCLE 1In città le aree verdi scarseggiano e spesso non sono dove desideriamo. Per ovviare a questo inconveniente, John Bela del Rebar Group e Till Wolfer del Collettivo scandinavo N55, hanno ideato Parkcycle Swarm, definito dai responsabili del progetto “sistema di distribuzione delo spazio pubblico open source”. Si tratta di parchi mobili, esibiti per la prima volta a San Francisco nel 2007; che stanno spopolando in Azerbaigian, dove circolano nella capitale Baku. Parkcycle Swarm, utilizzando un approccio plug and play, dona spazi verdi ai quartieri che ne hanno bisogno, quando ne hanno bisogno. Insomma, del “verde a domicilio”, sempre a portata di mano, per evadere dai frenetici ritmi vitali imposti dalla società globalizzata, magari concedendosi una pausa lavoro insolita, contribuendo, nel proprio piccolo, alla solubrità dell’aria e combattendo l’inquinamento ambientale.

CYCLE 8 L’idea, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle aree verdi in città, è quella di un parco mobile su 2 ruote; un sistema modulate composto da una superficie erbosa e una struttura in alluminio, trainata da una cargo-bike. Su ogni piattaforma erbosa, che può sopportare massimo 250 kg, si possono ospitare 2 persone, con alberi, attrezzature da pic-nic, piante e articoli da giardinaggio. Persino il piantone dello sterzo e il tubo della sella vengono accuratamente coperti da una porta apri e chiudi, lasciando visibile solo la superficie d’erba. Disponibile in due versioni, sino a creare uno spazio di 4320 mq, Parkcycle Swarm unisce praticità di trasporto, leggerezza, costo contenuto, facilitando le relazioni sociali e la condivisione degli spazi urbani, donando una “collinetta verde” a chi desidera leggere, rilassarsi o trascorrere una piacevole pausa lavoro tra colleghi e amici. I parchi mobili sono assemblabili, creando uno spazio green ancora più esteso nel bel mezzo di un ambiente urbano.