Previsioni Meteo: nel weekend tempo discreto al Nord, ancora instabile al Sud

MeteoWeb

I ‘giorni della merla’, tradizionalmente considerati i più freddi dell’anno, saranno segnati da un freddo normale, senza eccessi, e dal maltempo

maltempo saetteNel fine settimana ancora tempo molto instabile al Centro-Sud, con nuvole, piogge sparse e nevicate sull’Appennino. Al Nord invece tempo in miglioramento, con ampie schiarite e piogge residue, con nevicate a bassa quota, sabato sulle regioni dell’alto Adriatico e in Emilia Romagna. Secondo le rilevazioni del Centro Epson Meteo, sabato il bel tempo si concentrerà in alcune zone del Nord, soprattutto al Nordovest con annuvolamenti passeggeri, più consistenti a ridosso delle Alpi e in serata sulla Lombardia. Previste schiarite sulle coste del medio Adriatico al mattino. I ‘giorni della merla’, tradizionalmente considerati i più freddi dell’anno, saranno segnati da un freddo normale, senza eccessi, e dal maltempo. Con cielo prevalentemente nuvoloso o molto nuvoloso, continua invece il maltempo al Sud e Isole con piogge diffuse sin dal mattino su Calabria meridionale, Sicilia e Sardegna, in rapida risalita ed estensione al resto del Sud nel corso della giornata. Previste piogge intense nel pomeriggio tra Campania, alta Calabria, Basilicata e Puglia. Tempo ancora instabile anche al Centro con probabili precipitazioni nel settore tirrenico e in Umbria, in estensione verso sera anche alle zone adriatiche. Possibili locali rovesci o temporali con quota neve compresa tra 600 e 800 metri, neve al Sud e sull’Appennino campano e lucano oltre 1000 metri. Locali precipitazioni in risalita verso il Nordest (Emilia Romagna e coste alto adriatico) con fiocchi di neve fino a quote basse in Emilia. Venti in attenuazione, ma ancora piuttosto forti meridionali al Sud e in Sicilia. Temperature senza grandi variazioni.

FRATTALE FIOCCO NEVEDomenica continuerà questa fase instabile, con il maltempo concentrato al Centro-Sud e con possibili nevicate a bassa quota all’estremo Nordest (Friuli Venezia Giulia ed estremo confine orientale del Veneto). Netto miglioramento nel resto del Nord, mentre continueranno le precipitazioni sulle zone tirreniche e Isole maggiori. Nevicate intorno ai 500-800 metri tra rilievi toscani, nord Umbria, Lazio e Marche, da 800-900 metri in Campania e dai 1100 metri in Calabria. Neve anche sui rilievi della Sicilia a partire da 900-1200 metri e in Sardegna dai 700-800 metri. Tra sera e notte il maltempo si concentrerà su medio e basso Tirreno, Isole e più marginalmente anche sul medio Adriatico. A fine giornata migliora al Nordest. Venti forti di burrasca su Tirreno Isole e Sud, con mari agitati o grossi.

Lunedì parziale attenuazione delle precipitazioni, anche se insisteranno sul basso Tirreno. Verso sera aumento delle nubi al Nord per l’arrivo di una nuova perturbazione che martedì potrebbe portare possibili nevicate in pianura al Nord e a quote collinari al Centro. Le temperature subiranno un calo e proseguirà dunque questa fase prettamente invernale sul Paese.