Ricerca: i suoni delle parole cambiano per gli impatti del clima

MeteoWeb

La ricerca è basata sull’analisi di oltre metà delle lingue del mondo (circa 3.700) e sulle caratteristiche della laringe umana

New Zealand No SnowIl clima puo’ influenzare lo sviluppo del linguaggio? Sembra di si’. Anche se gli impatti dell’ambiente esterno non determinano il linguaggio stesso quanto ‘aiutano’ a costruire sul lungo periodo la formazione di alcuni aspetti. In particolare nei ‘suoni’ delle parole. A spiegare la correlazione tra clima ed evoluzione del linguaggio uno studio dei ricercatori dell’universita’ di Miami, dell’istituto Max Planck di antropologia evolutiva e l’istituto di psicolinguistica. Il lavoro si e’ basato sull’analisi di oltre meta’ delle lingue del mondo (circa 3.700) e sulle caratteristiche della laringe umana; e, naturalmente, si e’ concentrato sui fattori ‘esterni’ che possono modificare i suoni nelle varie lingue, cioe’ i toni emessi per parlare. Ne emerge che lingue dai toni complessi e’ piu’ probabile che si abbiano in aree umide del Pianeta, mentre toni semplici sembra siano piu’ frequenti in lingue parlate in regioni terrestri fredde o aride: sono state per esempio individuate 629 lingue con toni complessi, di queste la maggior parte riguardano regioni tropicali, l’Africa e il sud-est asiatico, ma anche alcune zone umide del nord America, l’Amazzonia e la Nuova Guinea. Una spiegazione – supportata da dati sperimentali – fa presente per esempio che respirare aria secca disidrata la laringe e diminuisce l’elasticita’ delle corde vocali. Ed e’ per questo che probabilmente e’ piu’ difficile raggiungere toni complessi in clima aridi, specie in quelli freddi. Per Caleb Everett, del dipartimento di antropologia dell’universita’ e principale coordinatore dello studio, il risultato ci dice ”non che le lingue sono completamente determinate dal clima ma che il clima puo’, nel lungo periodo, essere uno dei fattori che influisce su come si formano le lingue”. Inoltre, puo’ offrire un’indicazione sul grado di ”adattamento degli esseri umani” ad ambienti diversi