Sensibile riduzione del flusso di gas russo verso l’Europa, riscontrato un calo del 60% nell’Europa orientale

MeteoWeb

18145_Gazprom-gasdottiDa questa mattina diversi report, affidabili, parlano di imponente calo del flusso di gas russo diretto verso l’Europa. Ancora sono ignote le cause di questa improvvisa riduzione dei flussi, diretti verso il vecchio continente. Ma qualcuno già ipotizza una possibile ritorsione di Mosca alle pesanti sanzioni economiche, riguardanti la grave crisi ucraina (ancora irrisolta), che negli ultimi mesi hanno messo alle strette buona parte dell’economia russa. Al momento a risentirne maggiormente, della riduzione del flusso di gas, sono i paesi dell’Europa orientale (dove continua a fare molto freddo), dove vengono evidenziate delle carenze, stimabili anche al -60% rispetto le soglie stabilite dai trattati. Dal punto di vista politico non si registrano dichiarazioni, anche se il clima fra Russia e Europa continua a rimanere molto teso, per via delle vicende ucraine.